IMMIGRAZIONE - Briguglio (Fondazione Di Liegro): ''La nuova legge? La tendenza ╦ sempre la stessa: sanare il pregresso e severitř per il futuro''
 
04/06/2002 16.24.35
ROMA – “Come tutti i precedenti interventi normativi sull’immigrazione, anche questa legge prende spunto da un’osservazione: c’╦ un alto tasso di irregolaritř in Italia. Ci┌ premesso, c’╦ una tendenza generale che ╦ sempre la stessa, poi ognuno mette la sua cultura nell’emanare i provvedimenti. E la tendenza si riassume in questo modo: sanare il pregresso e introdurre una maggiore severitř per il futuro”.
Sergio Briguglio, come suo solito, non usa giri di parole per descrivere la legge sull’immigrazione, approvata oggi dalla Camera e in attesa di tornare al Senato per l’approvazione definitiva. Con il giurista, del Comitato scientifico della Fondazione don Luigi Di Liegro, abbiamo discusso della valenza della nuova normativa sull’immigrazione e ci siamo soffermati, punto per punto, sulle modifiche apportate nell’ultima tranche di discussione parlamentare.
“La maggiore severitř – sottolinea Briguglio – significa un inasprimento delle norme sulle espulsioni, e questo avrebbe una logica, e una restrizione delle norme sull’ingresso. Quest’ultimo aspetto ╦ una follia, caratterizzato per esempio dalla cancellazione del cosiddetto ‘sponsor’. E questo perch╚ ╦ proprio una restrizione delle norme sull’ingresso che provoca clandestinitř! Con queste considerazioni non voglio dire che la Turco-Napolitano ╦ uguale alla Bossi-Fini, per┌ l’approccio ╦ quello. E se dovessi fare un confronto con quello che prometteva questa destra arrivando al Governo e quello che poi ha fatto, dico che i danni sono stati limitati. Il guaio piś grosso ╦ quello che riguarda la soppressione della sponsorizzazione, che peraltro era presente nella Turco-Napolitano ma era stata utilizzata in modo sostanzialmente simbolico (15mila posti l’anno). L’attuale Governo poteva anche non utilizzare questa possibilitř, senza bisogno di sopprimerla. Sarebbe stata una scelta piś intelligente ma... l’intelligenza non alberga copiosa tra i nostri politici”.
In conclusione, per Briguglio “rispetto a quello che ci si poteva aspettare un anno fa, i danni sono stati limitati, ma rispetto alle cose che c’erano da fare a modifica della Turco-Napolitano non si ╦ fatto quasi niente di positivo. E le modifiche, a parte questa della sponsorizzazione, hanno piś carattere quantitativo che qualitativo rispetto alla normativa precedente”.
(Vedi lancio successivo)
 

 


Approfondimenti:
Organizzazioni:
Fondazione Di Liegro