No alla direttiva della vergogna!

Appello ai parlamentari europei

Il 29 novembre verrˆ sottoposta al Parlamento Europeo la nuova proposta di direttiva europea sulla detenzione ed espulsione degli stranieri.

Dalla Convenzione di Schengen del 1990 in poi, la politica europea dei singoli governi in materia d'immigrazione e di asilo si Ž tradotta in una limitazione continua delle garanzie e delle protezioni fondamentali delle persone cui si rivolge. L'Europa si trasforma in una fortezza inaccessibile attraverso la predisposizione di mezzi spropositati per impedire l'accesso nel suo territorio ed espellere degli immigrati illegali.

L'adozione di questa proposta di direttiva porterebbe a una vera e propria regressione. Prevedendo una detenzione massima di 18 mesi per le persone colpevoli solamente di voler vivere in Europa, questa proposta contiene in sŽ una logica disumana : la generalizzazione di una politica di reclusione degli stranieri diventerebbe quindi la norma nella gestione dei migranti.
Instaurando un divieto di reingresso in Europa per 5 anni per tutti gli stranieri espulsi
, questa proposta di direttiva stigmatizza gli immigrati illegali e li trasforma in delinquenti da escludere.

La proposta di direttiva presentata al Parlamento Ž la prima in questa materia, oggetto di una procedura di co-decisione con il Consiglio dei Ministri. Il Parlamento ha finalmente la possibilitˆ di bloccare questa politica restrittiva e repressiva, contraria ai valori umani che sono alla base del progetto europeo, cui danno senso.

I parlamentari europei hanno in questo momento una responsabilitˆ storica : reagire per non far rivivere all'Europa quei periodi oscuri della segregazione fra cittadini e indesiderabili con l'applicazione sistematica dei campi e dell'espulsione forzata.

Invitiamo i parlamentari europei ad assumersi le loro responsabilitˆ e a rifiutare questa proposta di direttiva.

Per firmare lĠappello: http://petition.migrantscene.org/it/index.php e dal 6 novembre: www.outrageousdirective.org ; www.directivedelahonte.org ; www.directivadelaverguenza.org; www.direttivadellavergogna.org

Primi firmatari:

Organizzazioni europee
Migreurop
AEDH - Association EuropŽenne pour la dŽfense des Droits de l'Homme

Belgio

CIRE - Coordination et Initiatives pour et avec les RŽfugiŽs et ƒtrangers
LDH - Ligue des Droits de l'Homme

Francia
AnafŽ - Association nationale d'assistance aux frontires pour les Žtrangers
ATMF - Association des Travailleurs MaghrŽbins de France
Cimade - Service oecumŽnique d'entraide
Gisti - Groupe d'information et de soutien des immigrŽs
IPAM - Initiatives Pour un Autre Monde

Germania

Pro Asyl

Italia
ARCI
- Associazione ricreativa e culturale italiana

Spagna

APDHA
- Asociaci—n Pro-Derechos Humanos de Andaluc’a

Regno Unito

NCADC
- National Coalition of Anti-Deportation Campaigns
Statewatch