Comunicato stampa

 

 

 

 Centro Astalli apre dormitorio per 40 richiedenti asilo e rifugiati

afgani senza riparo in cittą    

 

Il Centro Astalli da anni segue con attenzione la presenza a Roma di giovani afgani in cerca di protezione. Sono tra le prime nazionalitą presenti nei servizi di prima accoglienza che l’associazione offre a richiedenti asilo e rifugiati come mensa, centro d’ascolto, scuola, ambulatorio.

 

“La presenza di decine di giovani afgani nei pressi della stazione Ostiense da mesi desta preoccupazione e cosď in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Roma abbiamo concordato un’azione congiunta per dare riparo a questi ragazzi e far fronte all’emergenza freddo” spiega Padre Giovanni La Manna presidente del Centro Astalli.

 

Da ieri notte 40 giovani afgani, tutti con regolare permesso di soggiorno, sono stati accolti nel dormitorio allestito dal Centro Astalli nei locali della Fondazione il Faro.

 

Padre La Manna sottolinea l’importanza di conoscere personalmente ciascuno dei ragazzi e proporre loro un progetto di integrazione a autonomia che passi attraverso l’apprendimento della lingua italiana e li introduca in percorsi formativi e lavorativi nel minor tempo possibile.

 

“Da anni stiamo seguendo da vicino i giovani richiedenti asilo afgani che giungono numerosi in cittą dopo viaggi molto lunghi in cui affrontano pericoli e si affidano a trafficanti senza scrupoli” conclude La Manna.  

 

 

 

Ufficio stampa

Donatella Parisi – Fondazione Astalli: 0669925099 astalli@jrs.net