dom11062011



Back News >> Zanonato (Anci): “Le seconde generazioni sono una bomba a orologeria”

Zanonato (Anci): “Le seconde generazioni sono una bomba a orologeria”

Il rappresentante dei Comuni: “Serve riforma della cittadinanza, chi nasce in italia è italiano. Immigrati votino alle amministrative. Manca una politica nazionale sull’immigrazione”

 

Roma – 27 ottobre 2011 - "Se c'e' un dato che emerge dal Dossier della Caritas e' quello che manca una politica complessiva nazionale per l'immigrazione e che il problema viene affrontato solo dagli enti locali".

Lo ha detto Flavio Zanonato, sindaco di Padova e vicepresidente dell’Anci con delega all’immigrazione, nel corso della presentazione del Dossier Statistico Immigrazione promosso dalla Caritas Migrantes, avvenuta questa mattina al Teatro Orione di Roma.

"E' mancata la politica nazionale, e non mi riferisco solo ad una parte politica, ma penso che si possa attribuire la responsabilità anche ad altri tipi di governo. E' mancata – ha spiegato Zanonato - quella politica capace di avere una visione d'insieme del problema immigrazione, una politica fatta per tutelare i diritti degli stranieri. Tutto questo fino ad ora non c'e' stato”.

"Il punto di vista dell'Anci e' che l'immigrazione e' una risorsa per il nostro Paese sotto vari profili ed e' per questo motivo che bisogna puntare ad avere una politica complessiva che sappia valorizzare il fenomeno dell'immigrazione. In questa direzione – ha aggiunto il vice presidente dell'Anci - si sono mossi i sindacati, l'associazionismo e il volontariato che hanno fatto un lavoro immenso. Così come le parrocchie e le scuole dell'obbligo, che rappresentano uno strumento forte di integrazione".

"Anche nella vicenda dell'emergenza del Nord Africa – ha aggiunto Zanonato - la questione non e' stata affrontata dalla politica nazionale ponendosi il problema nel suo complesso, ma ci si e' preoccupati solo dell'accoglienza nell'immediato senza pensare al lungo termine, nell'ottica di un futuro inserimento nel Paese di questi immigrati".

“Noi dell'Anci – ha poi ricordato il rappresentante dei comuni italiani  - chiediamo con forza che venga applicata la direttiva europea che prevede la possibilità per gli immigrati di votare alle elezioni amministrative". Bisogna poi guardare alle seconde generazioni: "sediamo su una bomba a orologeria - ha avvertito - perche' saranno sempre più numerosi i figli di stranieri nati in Italia. Perchè non introdurre lo ius soli?". Dare loro la cittadinanza e' "necessario affinchè una comunità possa vivere bene e in pace". "Chi nasce in Italia e' italiano”.

Commenti  

 
+3 #10 @ anonimo 2011-10-28 19:12
Citazione:
La goccia spacca la roccia........tutto sta cambiando e mi divertono quelli che si aggrappa al vecchio stile............l'onda che arriverà li spazzerà via 8)
a me sembra che chi si aggrappa alla storia dell'italia "ormai "multiculturale siete voi...ma poi vi lamentate che l'italia non riuscite a ambiarla come gli altri paesi europei.
Dov'è la volonta degli italiani di adare voto, cittadinanza costruire moschee riconoscere le feste islamiche?
A quanto pare la roccia è più dura! :-) vero ja anonym ...vivi e lascia vivere?
Citazione
 
 
0 #9 Ja 2011-10-28 18:53
Citazione Angie:
Citazione next:
vedrete ke la seconda generazione di stranieri nati in italia senza essere integrati o avere il diritto alla partecipazioni alla vita politica o avere la cittadinanza appena nati vedrete che questi ragazze saranno pieni di oddio per l'italia!!!!!!!!! !!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!!
o forse il contrario? quando si forza la mano e si impone qualcsa che lgli italiani non acceetano potrebbe essere il contrario!

La goccia spacca la roccia........tutto sta cambiando e mi divertono quelli che si aggrappa al vecchio stile............l'onda che arriverà li spazzerà via 8)
Citazione
 
 
-3 #8 Angie 2011-10-28 09:03
Citazione next:
vedrete ke la seconda generazione di stranieri nati in italia senza essere integrati o avere il diritto alla partecipazioni alla vita politica o avere la cittadinanza appena nati vedrete che questi ragazze saranno pieni di oddio per l'italia!!!!!!!!! !!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!!
o forse il contrario? quando si forza la mano e si impone qualcsa che lgli italiani non acceetano potrebbe essere il contrario!
Citazione
 
 
+2 #7 Angie 2011-10-28 09:02
"È la comunità islamica, spiega il rapporto Caritas, la più numerosa (dopo i cristiani) tra gli immigrati in Italia. Una comunità che partecipa spesso anche alla vita dei Paesi d'origine. E proprio il prevalere nella nostra penisola, nelle ultime elezioni tunisine, del partito islamico permette di evidenziare un fenomeno importante su questa comunità e non solo. Ci dice una cosa: che il vero islam politico prenderà forma e si rafforzerà dall'Occidente.
Le comunità tunisine all'estero hanno dato un sostegno importante al partito filo islamico ...."

ecco per chi votano! perchè dovremmo farli partecipare alla nostra vita politica? se al loro paese votano per il partito islamico, perchè dovremmo dare la possiblilità di creare certi partiti in casa nostra?
Citazione
 
 
+1 #6 tatiana 2011-10-27 21:47
:-) dice bene zanonato,,,chi nasce in italia e italiano..ma voi italiani non volete questa integrazione,,, (non dico di tutti)...e,,, sarei felice se approvassero questa legge,
Citazione
 
 
-6 #5 next 2011-10-27 19:33
vedrete ke la seconda generazione di stranieri nati in italia senza essere integrati o avere il diritto alla partecipazioni alla vita politica o avere la cittadinanza appena nati vedrete che questi ragazze saranno pieni di oddio per l'italia!!!!!!!!! !!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!!
Citazione
 
 
-11 #4 @ 2011-10-27 17:36
...la legge c'è . Uno che nasce qui e a 18 anni ancora non è integrato, non sarà mai italiano e la cittadinanza gliela rigettano. Se la regaliamo a tutti quelli che nascono qui ,senza preoccuparci se i genitori lo crescono a odio e a sharia, si creerà un miscuglio di culture contrapposte che genererà davvero una bomba ad orologeria!!!!!
Citazione
 
 
+3 #3 chris 2011-10-27 17:29
La cittadinanza facile è completamente fallita, in Francia, in Inghilterra in Germania. Le politiche di integrazione e di assimilazionem che hanno funzionato con milioni di Italiani, Portoghesi, Spagnoli, Russi, hanno completamente fallito con nord africani ed africani, giunti ormai alla seconda e terza generazione. Il modello italiano è uno tra i migliori, alla maggiore età lo stato dà la possibilità di scegliere, e generosamente, anche di avere una doppia cittadinanaza.
Zanonato dovrebbe siki vergoganrsi di come ha ridotto Padova, un vero Bronx.
Citazione
 
 
+2 #2 fabio123 2011-10-27 16:56
Non riconoscere la cittadinanza agli figli di immigrati residenti da almeno 5 anni nati o arrivati in tenere età è un grave errore che può spingere alle divisioni insanabili tra "loro e noi" loro si sentiranno inferiori perciò aggressivi noi superiori e arroganti tra qualche anno lo scontro è garantito..............Bisogna dare rimedio a questa situazione aberrante.
Citazione
 
 
+4 #1 fabio123 2011-10-27 16:54
Non riconoscere la cittadinanza ai figli di immigrati residenti da almeno 5 anni nati o arrivati in tenere età è un grave errore che può spingere alle divisioni insanabili tra "loro e noi" loro si sentiranno inferiori perciò aggressivi noi superiori e arroganti tra qualche anno lo scontro è garantito..............Bisogna dare rimedio a questa situazione aberrante.
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna