23/02/12 | 21:09
Menu principale
Area news
Cerca
Libri e Pubblicazioni : 1951-2011 - Le migrazioni in Italia tra passato e futuro
(15/02/12)

Una riflessione sui movimenti migratori che hanno interessato dal 1951 a oggi l’Italia e del suo passaggio da paese di emigrazione a paese di immigrazione. E’ il tema del volume “1951-2011 - Le migrazioni in Italia tra passato e futuro”, prodotto dall’Organizzazione Internazionale delle Migrazioni in occasione del suo 60° anniversario.


In 60 anni è cambiata la direzione dei flussi e si è anche modificata l’attività dell’OIM, che inizialmente si occupava degli emigranti italiani assistendone ben 1.230.000 nel decennio fino al 1962. Dagli anni ’90 in poi, diventata l’Italia paese di immigrazione, l’OIM ha rivolto la sua attenzione agli immigrati, che nel 2011 sono arrivati a sfiorare i 5 milioni. Non bisogna però dimenticare che anche i cittadini italiani residenti all’estero sono oltre 4 milioni, e almeno 15 volte di più se si tiene conto dei loro discendenti.

La ricerca porta il lettore a passare dalla celebrazione di questi 60 anni alla riflessione sui nodi centrali della questione migratoria, che in ogni fase storica ha comportato dei problemi, ma ha anche contribuito a risolverli con un apporto di speranza, creatività e investimento sul futuro. La storia dei 60 anni di attività dell’OIM in Italia viene presentata insieme alla storia dell’emigrazione italiana, a quella dell’immigrazione in Italia e a una parte dedicata al futuro migratorio del Paese, dove la popolazione straniera aumenterà notevolmente per ragioni demografiche e occupazionale, come ribadito di recente dall’Istat.

“Il passato migratorio degli italiani all’estero”, ha dichiarato José Angel Oropeza, direttore dell’Ufficio di coordinamento per il Mediterraneo dell’OIM, in occasione della presentazione del volume, “così come l’attuale scenario dell’immigrazione in Italia, si congiungono nella parola integrazione, che porta a prefigurare un futuro basato sulla convivenza fruttuosa tra le diverse collettività e l’offerta di pari opportunità affinché i più meritevoli possano mettere le loro capacità a servizio del paese che li accolti e possano anche fungere da ponte per il benessere dei paesi di origine”.

1951-2011 - Le migrazioni in Italia tra passato e futuro

Pagina stampabile Invia questa notizia a un amico Crea un PDF dall'articolo


Ultime news
22/02/12 - Strumenti per Mediare: un corso di aggiornamento per mediatori interculturali
22/02/12 - Roma: Black Italians. Ovvero come sopravvivere con la pelle nera nell’Italia della Bossi-Fini
22/02/12 - Roma: incontro del gruppo di riflessione sull'immigrazione, emigrazione e l'asilo
22/02/12 - Mercato del lavoro. L’effetto sostituzione degli stranieri
22/02/12 - Comunicare l’immigrazione. Un manuale ad uso degli operatori della comunicazione

    
 
    Copyright © 2005 - 2011 - Programma integra Scarl - Tutti i diritti riservati