Il ministro Balduzzi: "Italiani devono grandissima gratitudine a badanti"

"Bisogna essere equilibrati quando si fanno ragionamenti sui rapporti tra i popoli e l'integrazione''


Genova, 31 gennaio 2012 - ''Il popolo italiano deve una grandissima gratitudine alle badanti e ai badanti, quindi bisogna essere equilibrati quando si fanno ragionamenti sui rapporti tra i popoli e l'integrazione''.

La ha detto il ministro per la Sanità Renato Balduzzi, al convegno sulla non autosufficienza che si e' svolto all'Hotel Sheraton di Genova.

Il ministro ha spiegato che, per far fronte al tema della non autosufficienza, in Italia si e' fatto ricorso a dei palliativi. "All'origine - ha spiegato Balduzzi - c'e' stata una prima fase in cui il palliativo era il sistema delle relazioni familiari". Secondo il ministro, questo sistema "si e' modoficato nella sua struttura ed ora e' meno forte e non puo' piu' svolgere, come in passato, quel compito di supplenza. Da questo punto di vista - ha aggiunto Balduzzi - abbiamo iniziato ad avvertire e avvertiamo forti segnali di difficolta'.
Poi - ha proseguito - c'e' stata la seconda fase, quella delle badanti e dei badanti". Una fase che "non e' finita ma - ha concluso Balduzzi - forse ha dato il meglio, il massimo di se'".