Campo rom di Dione Cassio sotto attacco

 

La preoccupazione del Naga

 

Milano, 17/4/2013 Da giorni la situazione nel e intorno al campo di via Dione Cassio Ź tesa. Tra venerdď e ieri Ź stato un susseguirsi di manifestazioni organizzate da formazioni neo-fasciste, intimidazioni, minacce, insulti razzisti e lancio di sassi ai danni dei cittadini rom abitanti del campo.

 

“La situazione continua ad essere molto tesa, si ha l’idea di una spirale di violenza razzista. Alcuni rom, spaventati, hanno cominciato ad allontanarsi a piccoli gruppi” raccontano i volontari del servizio di medicina di strada del Naga che, da tempo forniscono assistenza all’interno del campo.

 

“Si sono svolte tre manifestazioni neo-fasciste, una autorizzata dalla Prefettura, le altre non autorizzate, ma tollerate dalle forze dell’ordine” proseguono i volontari “durante la seconda, c’Ź stato un vero e proprio assalto, con lancio di pietre all’interno del campo. Due rom sono stati feriti e sono finiti in ospedale”.

 

“E’ evidente che questa situazione non si esaurirą a breve. Come Naga crediamo sia urgente un intervento urgente da parte delle Istituzioni e dell'Amministrazione comunale affinché sia garantita la sicurezza dei cittadini rom e protetta la loro dignitą e chiediamo, ancora una volta, che vengano trovate soluzioni non emergenziali ma orientate al lungo periodo”, proseguono i volontari.

 

“Siamo rimasti colpiti, inoltre dalla mancanza di reazione da parte della cittą, dei singoli cittadini, di fronte ad aggressioni cosď marcatamente razziste, Ź evidente, ormai, che la discriminazione dei cittadini rom Ź cosď radicata, Ź talmente dentro la cultura in cui viviamo che non provoca alcuna reazione collettiva”, concludono i volontari.

 

Il Naga continuerą ad essere presente a Dione Cassio, continueremo a denunciare ogni violenza e a denunciare, ogni volta che ce ne sarą bisogno, la violazione dei diritti e della dignitą di chiunque.

 

Info: 349 160 33 05 – <mailto:naga@naga.it>naga@naga.it