Dopo lo sgombero ancora in strada.

Finita l’accoglienza dei cittadini stranieri che vivevano all’ex scalo di porta romana

Milano, 12 aprile 2013, Il 19 marzo 2013, i cittadini stranieri titolari di protezione che

vivevano da tempo presso l’ex scalo di porta romana sono stati sgomberati e, successivamente, alcuni di loro sono stati collocati in diversi dormitori della cittą all’interno del “Piano freddo”. Domenica 7 aprile con la chiusura del “Piano Freddo”, dopo solo 20 giorni di accoglienza, sono stati invitati a lasciare le strutture dormitorio, e

sono di nuovo in strada.

 

“Ancora una volta non Ź stata trovata una soluzione strutturale, persone vulnerabili si trovano di nuovo per strada e continuano a non vedere riconosciuti ei loro diritti minimi”, dichiarano i volontari del Naga che hanno monitorato la situazione e si sono tenuti in costante contatto con gli sgomberati. “Chiediamo alle istituzioni di farsi carico queste persone e di tutte quelle che ne hanno bisogno e di interrompere, definitivamente, l’unica emergenza che non finisce: quella della mancata accoglienza” concludono i volontari.

Il Naga continuerą a monitorare la situazione e si augura di non dover piĚ spiegare ai cittadini stranieri che vivono per strada che le strutture di accoglienza non sono per tutti.

 

Naga: 349.1603305 -02.58102599 - naga@naga.it