Date: 10:38 AM 5/29/00 +0100

From: Sergio Briguglio

Subject: brunella e violetta

 

Cari amici,

alla pagina http://briguglio.frascati.enea.it/immigrazione-e-asilo/2000/maggio/

troverete vari nuovi documenti, tra i quali:

 

- un comunicato ACNUR sul conflitto Etiopia-Eritrea;

- un documento, mandatomi da Giuliano Campioni (che chiede l'indicazione di

eventuali soluzioni ottenute altrove), su una serie di problemi relativi

alle regolarizzazioni.

 

Vi sottopongo anche una serie di messaggi di possibile interesse comune -

inclusi i programmi di due convegni.

 

Mi sto trasformando in Brunella, di "Ditelo a Brunella".

 

Cordiali saluti

sergio briguglio

 

p.s.: Osservazioni su Italia-Germania 3 a 3? "Attendo, attendo... ne' a me

giungon mai". Mi sto trasformando in Violetta Valery, di "Traviata".

 

 

 

---------------

 

 

caro sergio,

per quanto attiene al ricongiungimento a cittadini italiani il dpr 1656 e'

stato  modificato dai Decreti Legislativi n.470/1992 e n.358/1999 ma non mi

ricordo cosa dicono in particolare sui "fratelli".

in linea generale le norme del t.u. si applicano se piu' favorevoli.

un fratello non potrebbe essere ricongiunto a meno che  come recita

l'articolo 29 c. 1 lett. d non risulti inabile  al lavoro.

a presto

ciao

 

--------------

 

X-Originating-IP: [143.225.185.38]

From: "enrica rigo" <enrica_r@hotmail.com>

To: briguglio@frascati.enea.it

Subject: Re: ricongiungimento con cittadini italiani

Date: Sat, 20 May 2000 14:34:00 PDT

Mime-Version: 1.0

 

Caro Sergio,

a quanto pare alla questura di Napoli non ha fatto alcun problema a

concedere il permesso di soggiorno per motivi famliari alla sorella di una

ragazza cingalese (ormai cittadina italiana) giunta qui con un visto per

motivi turistici.

I riferimenti normativi del caso sono, appunto, l'inespellibilita' dei

parenti entro il quarto grado conviventi con cittadini italiani, e il

relativo permesso di soggiorno previsto dal regolamento di attuazione (non

ho qui i testi delle leggi per indicarti i numeri degli articoli).

La vicenda non si e' ancora conclusa, perche' la ragazza in questione non

aveva fatto tradurre e autenticare i certificati di nascita dall'ambasciata

(serve la prova della parentela) e, al momento, e' titolare di un permesso

di soggiorno per motivi turistici.

Ti faro' sapere se la vicenda avra' un buon esito [fino a quando non viene

rilasciato il permesso di soggiorno e' meglio non fidarsi delle

assicurazioni della questura].

Se cosi' fosse, la soluzione piu' semplice mi sembrerebbe quella di far

entrare il fratello della cittadina del Madagascar con un visto turistico,

munito di certificati di nascita debitamente tradotti e autenticati, e di

fargli poi chiedere il permesso di soggiorno per motivi familiari.

 

A presto

Enrica Rigo

 

---------------

 

From: cristina sebastiani <Phonepoint@Phonepoint.com>

To: "briguglio@frascati.enea.it" <briguglio@frascati.enea.it>

Date: Thu, 25 May 2000 08:45:32 (GMT)

X-MSMail-Priority: Normal

Reply-To: cristinasebastiani@tiscalinet.it

Mime-Version: 1.0

 

ciao!avrei una domanda: una cittadina camerunense, in italia dal 93 che

lavora come ricercatrice biologa ora vorrebbe partecipare al concorso

pubblico per essere assunta in ospedale. se non ha la cittadinanza, pu˛

farlo con la carta di soggiorno? avrÓ la cittadinanza solo tra tre anni,

non c'Ŕ altro modo perchŔ possa concorrere prima ?

grazie.

cristina

filef lombardia

 

Postilla mia: Giro il quesito all'ASGI, a Maria Marta Farfan e a quanti

siano competenti in materia. Il comma 4 dell'art. 9 del Testo Unico

afferma, tra l'altro, che il titolare di carta di soggiorno puo' "svolgere

nel territorio dello Stato ogni attivitł lecita, salvo quelle che la legge

espressamente vieta allo straniero o comunque riserva al cittadino".

L'accesso al pubblico impiego e' consentito, sotto certe condizioni, ai

cittadini di paesi dell'Unione europea. Si puo' cncludere che, non

trattandosi di attivita' riservate al cittadino (italiano), ne' vietata

allo straniero, quelle del pbblico impiego rientrano tra le attivita' che

il titolare di carta di soggiorno puo' svolgere?

 

----------------

 

I N V I T O

 

L'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati

presenta la campagna di sensibilizzazione

 

RIFUGIATI ANNO 2000:

MIRAGGIO PACE

 

Roma, martedô 30 maggio - ore 17,00

sala stampa dell'Agenzia Romana per il Giubileo

Via di Porta Castello 44

 

L'iniziativa ha lo scopo di rilanciare l'attenzione dell'opinione pubblica

sul tema dei rifugiati e sulla loro condizione di vittime di persecuzioni e

guerre, anche in previsione dell'imminente Giubileo dei Rifugiati, dei

Migranti e degli Itineranti che si celebrerł il 2 giugno p.v.

 

Alla conferenza interverranno

ANA LIRIA-FRANCH

Delegato UNHCR in Italia

UMBERTO RANIERI

Sottosegretario di Stato per gli Affari Esteri

ANIELLO DI NARDO

Sottosegretario di Stato al Ministero dell'Interno

MASSIMO BRUTTI

Sottosegretario di Stato al Ministero dell'Interno

ARCIVESCOVO STEPHEN FUMIO HAMAO

 Presidente del Pontificio Consiglio della Pastorale

per i Migranti e gli Itineranti

LUIGI ZANDA

Presidente dell'Agenzia Romana per il Giubileo

LUCIO CARACCIOLO

Direttore della rivista di geopolitica Limes

 

-------------------

 

INVITO

 

Le Missionarie e i Missionari Scalabriniani

hanno il piacere di invitare la S.V. alla

GIORNATA DI STUDIO

in occasione della presentazione del

 

Scalabrini International Migration Institute

 

Auditorium "Giovanni Paolo II" - Pontificia Universitł Urbaniana

Via Urbano VIII, 16 (Gianicolo) - 00165 ROMA

 

 

MARTEDÝ 30 MAGGIO 2000

 

 

P R O G R A M M A

Ore 9.30

 

Apertura dei lavori

Moderatore: Dott. Fabrizio MOLINA, Presidente di "Nessun luogo Ć lontano"

 

Indirizzo di saluto

Mons. Ambrogio SPREAFICO, Rettore Magnifico della Pontificia Universitł

Urbaniana

 

Ore 10.00

 

Relazioni

 

Prof. Antonio GOLINI, Ordinario di Demografia all'Universitł degli Studi

"La Sapienza" di Roma: "Le dimensioni del fenomeno migratorio oggi"

 

Prof. Arij A. ROEST CROLLIUS, Ordinario di Missiologia alla Pontificia

Universitł Gregoriana: "Mobilitł umana e missione della Chiesa"

 

Ore 11.00: Coffee break

 

Ore 11.30

 

Interventi

 

Dott. Domenico RONCONI, Chef de la Division Centrale, Direction GÄnÄral IV

- Education, Culture, Jeunesse et Sport, Environnment, Conseil de l'Europe:

"Attivitł del Consiglio d'Europa concernenti gli aspetti educativi e

culturali delle migrazioni"

 

On. Giuseppe CASTELLANI, Presidente Commissione Cultura Camera Deputati *

 

On. Giovanni MANZINI, Sottosegretario alla Pubblica Istruzione *

 

* in attesa di conferma

 

Comunicazioni

 

Prof. Luigi SABBARESE, Rettore del SIMI:

"Presentazione del SIMI"

 

P. Luigi FAVERO, Superiore Generale dei Missionari Scalabriniani:

"Il progetto missionario scalabriniano all'alba del terzo millennio"

 

-------------------

 

 

From: "Immigrati" <immigrati@mail.pmt.cgil.it>

To: <briguglio@frascati.enea.it>

Subject: Regolarizzazione - Passaporti rilasciati ai cittadini albanesi in

Italia

Date: Fri, 26 May 2000 16:06:44 +0200

MIME-Version: 1.0

X-Priority: 3

X-MSMail-Priority: Normal

X-MimeOLE: Produced By Microsoft MimeOLE V4.72.3110.3

X-MDaemon-Deliver-To: briguglio@frascati.enea.it

X-Return-Path: immigrati@mail.pmt.cgil.it

 

                   Vi sono capitati casi di cittadini albanesi richiedenti

la regolarizzazione, che  avevano tutti i requisiti, ma che hanno fornito

come documento di  identitł Passaporto rilasciato tra gennaio 98 - marzo 98

(quindi prima  del 27/3/98) ? Il caso specifico riguarda un cittadino

albanese  che aveva anche una dichiarazione dell'ambasciata albanese circa

la  regolaritł del passaporto rilasciato in Albania Vi risultano casi in

cui; 1) Ä stato richiesto l'integrazione delle prove ?  oppure; 2) in cui

le prove non sono state ritenute idonee per questo  motivo ? 3) sono stati

rigettati domande di  regolarizzazione per questo motivo ?       Vi risulta

qualche diposizione del  Ministero degli Interni italiano riguardo questo

problema o qualche disposizione  specifica delle autoritł albanesi ?     

Caro sergio, se puoi gira la  domanda anche a gli altri persone della rete

  Grazie,.....ciao 

                                                                               

                                    Ufficio Immigrati CGIL - Torino

                                                                               

                                    Abdeslam Jaouhari

 

 

------------------

 

 

Reply-To: "Vincenzo Tallarico" <viget@tin.it>

From: "Vincenzo Tallarico" <viget@tin.it>

To: "Briguglio Sergio" <briguglio@frascati.enea.it>,

        "sportello legale immigrati Napoli" <sportellolegale@hotmail.com>

Subject: R: ricorso tar

Date: Fri, 26 May 2000 21:32:02 +0200

MIME-Version: 1.0

X-Priority: 3

X-MSMail-Priority: Normal

X-MimeOLE: Produced By Microsoft MimeOLE V4.72.3110.3

 

La richiesta di sospensiva del provvedimento impugnato Ć stata accolta dal

TAR Veneto.

Ora viene il difficile, far mandare giŁ il boccone amaro alla Questura di

Treviso.

Vi terrś informati sul prosieguo della vicenda.

Vincenzo Tallarico

-----Messaggio originale-----

Da: sportello legale immigrati Napoli <sportellolegale@hotmail.com>

A: viget@tin.it <viget@tin.it>

Data: giovedô 6 aprile 2000 18.41

Oggetto: ricorso tar

 

 

>Ti ringraziamo molto per averci inviato il testo del tuo ricorso, come Ć

>andata? Come ha provveduto il TAR su un ricorso cosô ardito? Facci sapere!

 

 

------------------