Date: 12:58 PM 8/3/00 +0200

From: Sergio Briguglio

Subject: corte costituzionale; Megane Gale

 

Cari amici,

alla pagina di agosto 2000 del mio sito potrete trovare una sentenza della Corte Costituzionale segnalatami da Silvia Bucciarelli (che ringrazio). Con tale sentenza la Corte

 

"dichiara l'illegittimitą costituzionale dell'art. 17, comma 2, lettera d) della legge 6 marzo 1998, n. 40 (Disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero), ora sostituito dall'art. 19, comma 2, lett. d) del d.lgs. 25 luglio 1998, n. 286 (Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero), nella parte in cui non estende il divieto di espulsione al marito convivente della donna in stato di gravidanza o nei sei mesi successivi alla nascita del figlio."

 

Non e' poco, con l'aria che tira in Commissione Antimafia e in Commissione Stragi.

 

Cordiali saluti

sergio briguglio

 

p.s.: alcuni di voi mi hanno mandato copia di un fax, datato 19 luglio e firmato da Mons. Guerino Di Tora, Direttore della Caritas diocesana di Roma, nel quale,

 

"onde evitare possibili equivoci, si informa che il Signor Sergio Briguglio, non riveste alcun incarico ufficiale all'interno della Caritas Italiana, della Caritas Diocesana di Roma o di altre Caritas Diocesane e, pertanto, non ne rappresenta le posizioni."

 

Osservo - a titolo rigorosamente personale - che il contenuto del fax mi trova placidamente d'accordo.

 

Lo stesso potrei dire della forma, se non fosse per un uso un po' spregiudicato della virgola.

 

Trasmetto quindi l'informazione a tutti voi, di modo che il beneficio che ne deriva non sia appannaggio esclusivo di pochi fortunati.

 

A mia volta, e a scanso di piu' imbarazzanti equivoci, desidero chiarire che la Signorina Megane Gale non e' la mia fidanzata. Una sua eventuale dichiarazione di segno contrario dovrebbe pertanto essere considerata priva del benche' minimo fondamento.