Date: 11:11 AM 2/1/01 +0100

From: Sergio Briguglio

Subject: ddl asilo (sede legislativa al senato?)

 

Cari amici,

vi trasmetto un messaggio di Paolo Bonetti, contenente suggerimenti preziosi - a mio parere - riguardo all'iter del ddl asilo.

 

Se concordate con Paolo, provvediamo a muoverci di conseguenza.

 

Saluti

sergio

 

 

---------

 

 

 

From: "Paolo Bonetti" <pabonett@tin.it>

To: "Sergio Briguglio" <briguglio@frascati.enea.it>

Subject: ddl asilo

Date: Thu, 1 Feb 2001 10:36:40 +0100

X-Priority: 3

Status:

 

Caro Sergio,

ho letto il messaggio, ma il problema resta: Ź un problema di tempo.

Da ieri - dopo la riunione della Conferenza dei presidenti dei gruppi parlamentari del Senato - Ź chiaro che la legislatura presente si concluderą con lo scioglimento anticipato delle Camere alla data del 9-10 marzo p.v.

Ciė significa che il ddl asilo deve essere effettivamente approvato subito dalla camera ed essere poi approvato dal Senato, possibilmente in sede legislativa nella Commissione affari costituzionali al Senato.

A tal fine Ź essenziale che nel testo che la camera approverą non vi sia alcuna delega legislativa (come quella che ho visto in qualche emendamento finale a decreti legislativi correttivi), perchŹ in tal caso il testo deve essere approvato obbligatoriamente dall'asseblea del Senato.

 

Sarebbe dunque essenziale chiedere ai deputati avvicinabili di ritirare quegli emendamenti, pericolosi anche sotto il profilo della delega in bianco data al Governo (futuro e incerto) ad attuare norme comunitarie sull'asilo il cui contenuto resta futuro e incerto.

 

Sarebbe inoltre essenziale contattare senatori della Commissione affari costituzionali del Senato affinchŹ tutti i gruppi parlamentari concordino nel richiedere l'approvazione del ddl in sede legislativa non appena trasmesso dalla Camera.

 

In ogni caso malgrado l'urgenza dei tempi il ddl asilo continua a slittare, non Ź all'o.d.g. dell'assmblea della Camera di oggi e finirą ancora a martedď prossimo, se va bene.

 

Il rischio serio Ź che tutto salti.

 

Ciao

 

Paolo Bonetti