Date: 3:31 PM 2/18/02 +0100

From: Sergio Briguglio

Subject: retate; lettera amnesty-ics-msf

 

Cari amici,

vi giro un messaggio inviatomi, da Lucca, da Donatella Francesconi, in relazione alle retate eseguite dalla polizia in alcune citta' della Toscana, in cerca di irregolari da espellere.

 

Su richiesta di Gianfranco Schiavone, vi segnalo poi, alla pagina http://briguglio.frascati.enea.it/immigrazione-e-asilo/2002/febbraio/amnesty-ics-msf-ddl-795.html una lettera inviata da Amnesty international, ICS e Medici senza frontiere ai capigruppo del Senato in relazione ai rischi che l'approvazione del ddl 795 comporterebbe per l'esercizio del diritto d'asilo.

 

Cordiali saluti

sergio briguglio

 

 

-------

 

 

From: "centro stranieri arci cgil lucca" <centrostranierilucca@tin.it>

To: "Sergio Briguglio" <briguglio@frascati.enea.it>, <ass.azad@libero.it>

Subject: Re: documenti vari

Date: Mon, 18 Feb 2002 11:39:12 +0100

X-Priority: 3 (Normal)

Status:

 

Caro Sergio,

mentre noi tutti inseguiamo i deliri legislativi di questo governo, il

Ministero dell'Interno ha dato il via libera, nella notte tra domenica e

lunedď, a una mega operazione di caccia al clandestino. Mentre ti scrivo

stanno partendo 1 aereo da Firenze, un altro da Bologna e un altro ancora da

Genova. Gli ordini del Ministero dell'Interno fissavano anche le quote: non

quelle per gli ingressi, naturalmente, ma per le espulsioni, da un minimo a

un massimo.

I poliziotti zelanti sono entrati nelle case degli immigrati regolari

cercando i parenti indicati sulle domande di fidejussione inevase, hanno

rovistato, indicato, fermato e individuato le persone senza mandato alcuno

"che non serve in operazioni di lotta alla clandestinitą" come mi ha

spiegato il dirigente della Questura di Lucca il quale, almeno, ha perso

un'ora a discutere con me. Oggi mi vergogno di questo paese e so - ma

dobbiamo saperlo tutti bene - che Ź solo l'inizio. In Toscana le espulsioni

hanno colpito Lucca, Pisa, Viareggio, Livorno e Firenze a quello che

sappiamo. Ti abbraccio, ma facciamo qualcosa!