DDL Sicurezza

‘Na legge pe noantri, fatta apposta

pe toje li probblemi, queli seri:

difesa de la razza ariproposta

p’assicuracce contro li stranieri.

 

Semo contenti: questa Ź la risposta

che ce voleva e n’annamo fieri

de tutelą cosď la nostra costa

da l’attacchi feroci de li neri.

 

Sta legge inortre a noi ce privileggia.

Nonostante sia spesso ‘n poveraccio,

l’italiano Ź uno che galleggia

 

e cią puro ’n notevole ingegnaccio:

a chi sta peggio tira ‘na scoreggia,

poi dice che giocava a fą er pajaccio.

 

 

Riforme

Riforma qui vordď riformatorio,

integrą stą pe: voi sete diverzi.

Si pe casa tenete ‘n dormitorio,

l’artri parenti dateli pe sperzi.

 

Quanto ar soggiorno: manco transitorio.

Si pagate sė solo sordi perzi:

dovrete aritorną ner purgatorio

da dove co fatica sete emerzi.

 

Dovete da imparą la lingua nostra,

dato ch’a scola nun ve ce volemo,

st’assioma facirmente ce dimostra

 

che Maroni Ź tutt’artro che ‘no scemo.

Si v’ammalate poi sė cazzi vostra:

s’arivedemo ner saluto estremo.

 

 

Gigi