COMUNICATO STAMPA

 

Dopo la mobilitazione nazionale del 25 luglio contro la circolare n.1305 che impedisce l’accesso alla stampa nei CIE e ai CARA in Italia,  "LasciateCIEntrare" parteciperą assieme alla CGIL, a tutte le realtą e associazioni del mondo laico e cattolico, ai giornalisti e ai parlamentari e alle forze politiche, al PRESIDIO di fronte al SENATO che si terrą MARTEDI' 2 AGOSTO dalle ore 17.30 mentre sarą in discussione al Senato il Decreto Maroni sui rimpatri. Il decreto prevede fra l'altro l'estensione del termine di trattenimento nei CIE fino a 18 mesi. A seguito della mobilitazione del 25 luglio scorso, i parlamentari Giambrone, Messina, Pardi e Vita hanno presentato interrogazioni al Ministro dell'Interno, mentre l’On Sarubbi si Ź recato sabato 30 luglio per una visita “di emergenza” al CIE di Ponte Galeria a Roma a seguito delle notizie pervenute di una fuga di quattro clandestini e di una rivolta interna con il bilancio di feriti tra i reclusi e le forze dell’ordine.

LasciateCIEntrare ha dimostrato che una rete puė fare molto, puė FAR SAPERE e DENUNCIARE cosa accade, e suo compito ora Ź fare pressione sugli organi competenti e sulle istituzioni per eleminare e modificare leggi ingiuste, inique e incostituzionali.

E' per questo che si sta preparando un tavolo di lavoro per le iniziative future. Nel frattempo si cercherą di monitorare sia la situazione nei centri sia quanto avviene in Parlamento.

L'approvazione di una legge del genere aggraverebbe a dismisura le gią disumane condizioni dei cittadini stranieri ed immigrati presenti in questi centri. Le ispezioni hanno rilevato carenze assistenziali di tutti i generi, le tensioni all'interno sono altissime e notizie di nuovi episodi di autolesionismo, cosď come di pestaggi, sono quotidiane. La societą civile e le forze politiche  non possono permettere una cosa del genere. I diritti degli altri sono i nostri diritti.

 

 

il comitato di

LasciateCIEntrare

 

Roma, 1 agosto 2011