Nel caso di O'Donoghue e altri c. Regno Unito,

La Corte europea dei diritti dell'uomo (quarta sezione),

riunita in una camera composta da:

Garlicki Lech, presidente,

Nicolas Bratza,

Ljiljana Mijovic,

David Thór Björgvinsson,

Ján Šikuta,

Päivi Hirvelä,

Mihai Poalelungi, giudici,

e Lawrence Early, cancelliere di sezione,

Dopo aver deliberato in privato il 23 novembre 2010,

Pronuncia la seguente sentenza, adottata in questa data:

 

PROCEDURA

1. Il caso trae origine da un ricorso (n. 34848/07) contro il Regno Unito di Gran Gran Bretagna e Irlanda del Nord, presentato alla Corte, ai sensi dell'articolo 34 della Convenzione per la Salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertą fondamentali ("la Convenzione") da un cittadino nigeriano,

Mr Chris Osita Iwu, e tre cittadini britannici e irlandesi doppio, la sig.ra Sinead O'Donoghue, Ashton

Osita Iwu e Tiernan Robert O'Donoghue ("i richiedenti"), il 31 luglio 2007.

 

2. I ricorrenti, che hanno ottenuto l'assistenza legale, sono stati rappresentati dal Centro Aire. The Governo del Regno Unito ("il Governo") Ź rappresentato dal suo agente, il signor Derek Walton del Ministero degli Esteri e del Commonwealth.

 

3. Il 13 novembre 2008, la camera della quarta sezione della Corte ha deciso di comunicare della richiesta al governo e di dare la prioritą domanda, a norma dell'articolo 41 del Regolamento della Corte. La Corte ha inoltre deciso di informare le parti che stava valutando l'idoneitą di applicazione di una procedura sentenza pilota nei casi (vedi Broniowski c. Polonia [GC], 31.443 novantiseisimi, § § 189-194 e il dispositivo, CEDU 2004-V, e Hutten-Czapska c. Polonia [GC] no. 35.014 novantisettesimi, 2006 CEDU -... § § 231-239 e dispositivo) e ha invitato le parti ' osservazioni in merito. Dopo aver esaminato le osservazioni delle parti ', la Camera ha deciso di non applicare la procedura di sentenza pilota.

 

4. Le parti hanno chiesto un'audizione orale. Tuttavia, il 13 ottobre 2009 la Corte ha deciso, conformemente Articolo 54 § 3 del Regolamento della Corte, non di tenere un'audizione sulla ricevibilitą e sul merito dei applicazione.

 

I FATTI

I. LE CIRCOSTANZE DEL CASO

1. Il certificato di regime di autorizzazione

 

A. La prima versione del programma

 

5. Nel 2005 il Segretario di Stato per l'Interno ha introdotto la prima versione del Certificato di approvazione Scheme ("la prima versione"). Sezione 19 del Asilo e Immigrazione (Trattamento dei Richiedenti ecc) Act 2004, costituisce la base legale per il sistema e ulteriori dettagli sono stati stabiliti nel immigrazione (Procedura per il matrimonio) Regulations 2005 (SI 2005 / 15) ("del 2005 Regolamento ") e le istruzioni della Direzione Immigrazione (il" IDIS ").

 

6. La prima versione al regime che, per sposarsi, persone sottoposte a immigrazione controllo doveva avere un'attestazione di entrata espressamente concesso al fine di permettere loro di sposarsi nel Regno Unito o un certificato di approvazione. La definizione di "persone sottoposte a controllo dell'immigrazione "esclusi Spazio economico europeo i cittadini e persone che erano state concesso indefinito permesso di soggiorno.

 

7. Al fine di ottenere un certificato di approvazione, una persona soggetta a controllo dell'immigrazione dovuto presentare una domanda al Segretario di Stato per il Dipartimento per la casa insieme ad un tassa d'iscrizione di EUR 295. Se entrambe le parti contraenti il matrimonio proposti sono stati oggetto di immigrazione controllo, ciascuna parte ha dovuto presentare un modulo di domanda e pagare la tassa richiesta. L'IDIS fornito che al fine di beneficiare di un certificato di approvazione, il richiedente doveva avere un permesso di entrare o rimanere nel Regno Unito per un periodo superiore a sei mesi e lui o lei ha dovuto avere almeno tre mesi di tale congedo residuo al momento della presentazione della domanda.

 

8. La prima versione del regime non si applica alle persone che intendono sposarsi in conformitą i riti della Chiesa d'Inghilterra.

 

Parere B. L'Alta Corte sulla prima versione del sistema

 

9. Il 10 aprile 2006, il sig Silber giustizia ha pronunciato la sentenza nel caso di R (sulle domande di Baiai e altri) contro il segretario di Stato per l'Interno [2006] 823 EWHC QB (Admin), in cui ha esaminato se la prima versione del sistema interferito con gli articoli 12 e 14 diritti di coloro che erano sottoposti al controllo dell'immigrazione e che sono stati nel Regno Unito Regno legalmente.

 

10. Scoprď che era possibile, secondo la giurisprudenza della Corte, di introdurre legislazione per evitare i matrimoni conclusi per la fine di evitare il controllo dell'immigrazione, anche anche se questa legislazione potrebbe interferire con il diritto di sposarsi. Inoltre, l'obiettivo legislativo invocato dal governo di impedire matrimoni fittizi era sufficientemente importante da giustificare limitare uno a destra l'articolo 12.

 

11. Tuttavia, nel caso della prima versione del programma, le misure progettate per soddisfare le obiettivo legislative sono state sproporzionate in quanto non erano razionalmente ad essa collegati. In primo luogo, tutte le matrimoni religiosi diversi da quelli della Chiesa d'Inghilterra ha richiesto un certificato, nonostante il fatto che le prove hanno dimostrato che i matrimoni fittizi prevalentemente si Ź svolta negli uffici del Registro di sistema. Il trattamento dei matrimoni religiosi al di fuori della Chiesa d'Inghilterra Ź stata quindi una fonte di preoccupazione in quanto sono stati trattati come i matrimoni ufficio del registro, anche se la prova ha indicato che la stessa precauzioni che impediva i matrimoni fittizi che si svolgono nella Chiesa d'Inghilterra sono stati anche presenti in altre cerimonie religiose. In secondo luogo, non vi era alcuna base per l'ipotesi che tutte le matrimoni religiosi al di fuori della Chiesa d'Inghilterra sono stati automaticamente di essere trattate come farsa matrimoni, il che richiede un certificato, mentre al contrario tutti i matrimoni condotta secondo il riti della Chiesa d'Inghilterra dovesse essere considerato automaticamente come non e matrimoni fittizi non aveva quindi bisogno di un certificato. In terzo luogo, la prima versione del sistema arbitrariamente omesso di tener conto di molti fattori che possono essere importanti nel considerare o meno una proposta di

il matrimonio era una finzione, come prove chiare e fondate secondo cui le parti avevano goduto di un amore relazione su un certo numero di anni, durante i quali potrebbero avere avuto figli o comprato un casa insieme. E 'stato difficile capire come il regime, ignorati fattori come questi, potrebbe essere "razionalmente collegato" al presunto scopo legislativo di evitare i matrimoni fittizi.

In quarto luogo, la prima versione del sistema non Ź stato razionalmente collegato con l'obiettivo legislativo Ź considerato l'unico fattore rilevante per determinare se un non-cittadino UE potrebbe sposarsi nel Regno Unito, come condizione di immigrazione la sua.

 

12. Mr Justice Silber ha quindi dichiarato che la prima versione del programma non era proporzionato e ha costituito un sostanziale interferenza con l'articolo 12 diritti.

 

13. Ha anche dichiarato che questa versione del regime era incompatibile con l'articolo 14 della Convenzione come era discriminatorio per motivi di religione e nazionalitą. Essa costituiva diretta discriminazione in quanto mirata individui che erano, a causa delle loro convinzioni religiose o mancanza di loro, possono o non vogliono sposarsi a norma i riti della Chiesa d'Inghilterra. Nel frattempo quelli che voleva sposarsi in Chiesa d'Inghilterra sono stati esentati dal regime.

 

14. Inoltre, il fatto che una tassa Ź stata riscossa Ź stata anche discriminatoria in quanto non era necessario di quelli con le stesse caratteristiche che desiderano sposarsi in Chiesa di Inghilterra cerimonie religiose.

 

15. In un'altra sentenza ([2006] EWHC 1454 (Admin)), Mr Justice Silber scoperto che nel caso del signor Baiai, al tempo un immigrato clandestino, il rifiuto del permesso di sposarsi non ha costituiscono una violazione del proprio diritto a norma dell'articolo 12, in quanto gli permette di sposare un SEE nazionale potrebbe effettivamente lo hanno permesso di "saltare coda" e avrebbe minato la efficacia del controllo dell'immigrazione.

 

16. Il Segretario di Stato ha accolto giustizia Sig. Silber gli accertamenti che la prima versione del regime di cui alla sezione 19 della legge del 2004 era discriminatorio e non mira a contestare questa conclusione in appello. Tuttavia, egli Ź stato concesso il permesso di ricorrere contro Mr Justice Silber conclusioni in merito all'articolo 12 della Convenzione. Signor Baiai Ź stato concesso anche il permesso di appello.

 

C. La Corte di Appello parere sulla prima versione del sistema

 

17. Il 23 maggio 2007 la Corte di Appello sentenza resa nel caso di SSHD v. Baiai e Altri [2007] Civ EWCA 478. E 'd'accordo con Mr Justice Silber constatazione che la prima versione del

regime di cui alla sezione 19 della legge del 2004 era sproporzionata e violava gli articoli 12 e 14 del della Convenzione. Tuttavia, in disaccordo con le conclusioni raggiunte nei confronti del sig Baiai. The Corte d'appello ha ritenuto che la condizione di immigrazione del sig Baiai era irrilevante per la genuinitą del la sua proposta di matrimonio, che solo poteva correttamente verificato se egli deve essere libero di esercitare il suo diritto di sposarsi. E 'quindi respinto il ricorso Segretario di Stato e ha permesso quella del signor Baiai. Il Segretario di Stato Ź stato concesso il permesso di ricorrere alla Camera dei Lord.

 

D. La Casa di parere in merito alla prima versione del sistema Lords '

 

18. Il 30 luglio 2008, la House of Lords ha emesso la sua opinione nel caso di R. (a applicazione di Baiai e altri) contro il segretario di Stato per il Dipartimento per la casa [2008] UKHL 53. E ' respinto il ricorso e ha ordinato che la sezione 19 (3) (b) della legge del 2004 deve essere letto nel senso "Ha il permesso scritto del Segretario di Stato di sposarsi nel Regno Unito, ad esempio autorizzazione non puė essere negato in caso di un candidato qualificato che cercano di entrare in un matrimonio che non Ź una di comodo e la richiesta e di rilascio di autorizzazione non essere a condizioni che irragionevolmente inibire l'esercizio del diritto del richiedente ai sensi dell'articolo 12 della Convenzione europea ".

 

19. Lord Bingham ha osservato che fin dai primi giorni la Corte aveva descritto il diritto di sposarsi come "fondamentale" e ha osservato che l'articolo 12, in contrasto con l'articolo 8, ha conferito un diritto e non un diritto al rispetto per le aree specificate della vita personale.

 

20. Lord Bingham ha inoltre osservato che le possibilitą riconosciute al diritto nazionale non era illimitata ed era stato sottolineato che le leggi nazionali che ne disciplinano l'esercizio del diritto di sposarsi dovrebbe mai ferire o mettere in pericolo la sostanza del diritto. In pratica, la Corte Ź stata ferma nel sostenere il diritto di sposarsi, trovando in favore dei richiedenti negato l'esercizio di tale diritto, perché erano serve detenuti (Hamer c. Regno Unito, no. 7114/75, decisione della Commissione del 13 Dicembre 1979, DR 24, p. 62), a causa di un ritardo obbligatorio imposto prima di entrare in un quarto matrimonio (F. c. Svizzera, 18 dicembre 1987, serie A no. 128), o perché un richiedente Ź stato il father-in-law degli altri e potevano esercitare il loro diritto a sposarsi se ha ottenuto un privato Legge del Parlamento (B. e L. c. Regno Unito, no. 36536/02, 13 settembre 2005).

 

21. Lord Bingham considerato, tra l'altro, le decisioni della Corte in Sanders c. Francia, no. 31.401 novantiseisimi, decisione della Commissione del 16 ottobre 1996, DR 87 pag 160 e Klip e Krüger contro il Paesi Bassi (1997) DR 91-A, p. 66. Egli ha concluso che:

"L'autoritą nazionale puė correttamente imporre condizioni ragionevoli sul diritto di un cittadino di paese terzo a sposarsi, al fine di accertare se una proposta di matrimonio Ź uno di convenienza e, se lo Ź, per impedirlo. Questo Ź perché l'articolo 12 esiste per proteggere il diritto di entrare in un matrimonio vero, di non concedere il diritto di assicurare un vantaggio accidentale passando attraverso una forma di matrimonio per ragioni ulteriori.

 

[Le autoritą] stabilire ... che, se un cittadino di paese terzo si propone di sposarsi all'interno della giurisdizione del Stato membro puė correttamente verificare se la proposta di matrimonio sia fittizio o meno, e cercare le informazioni necessarie a tale scopo. Le autoritą non forniscono sostegno alla tesi che un significativo restrizione puė essere immesso in tutti questi matrimoni, o su una sottoclasse di tali matrimoni, indipendentemente dal fatto che sono matrimoni di convenienza o matrimoni genuini e con alcuna procedura per stabilire se sono l'uno o l'altro ".

 

22. Per quanto riguarda la prima versione del programma, Lord Bingham ha dichiarato:

"A parte le sue caratteristiche discriminatorie, che il Segretario di Stato ha detto che verrą rimosso, non credo sezione 19, leggere da solo, Ź legalmente discutibile. E 'aperto a uno Stato membro, in coerenza con l'articolo 12, per cercare di evitare i matrimoni di convenienza. Non vi Ź nulla nel testo della sezione 19, che autorizza o richiede l' alla fonte del permesso di sposare in caso di matrimonio che non Ź un matrimonio di convenienza. Infatti, la sezione non fa alcun riferimento ai matrimoni di convenienza o matrimoni fittizi e non dą alcuna traccia dei motivi che l'autorizzazione puė essere concessa o rifiutata. Sezione 19 potrebbe essere gestito, in coerenza con i termini e con articolo 12, in un modo che richiede persone soggette al controllo dell'immigrazione a dare un preavviso di un progetto di matrimonio, ha consentito di un'autoritą competente di verificare se la proposta di matrimonio sarebbe stato uno dei convenienza e di cui il rifiuto di autorizzazione solo nei casi in cui Ź emerso che la proposta di il matrimonio sarebbe stato uno di convenienza.

Soggetto ad una qualificazione, i regolamenti 2005 sono allo stesso modo, a mio parere, ineccepibile. Essi forniscono in qualche dettaglio in Tabella 2 per le informazioni che devono essere fornite da un richiedente il permesso di sposarsi, e notevole dettaglio (piĚ di quanto richiesto nel Prospetto) Ź chiaramente necessario se richiesta deve essere effettuato se un proposta di matrimonio sarą uno di convenienza. La mia qualifica si riferisce alla tassa prescritta. E 'chiaro che a pagamento fissato ad un livello che un richiedente bisogno, non possono permettersi puė compromettere l'essenza del diritto al matrimonio che Ź in questione. Una tariffa di £ 295 (£ 590 per una coppia entrambi a controllare l'immigrazione), ci si puė aspettare di avere questo effetto.

Le direzioni Immigrazione 'Istruzioni, promulgata (Ź inteso) senza espressa parlamentare sanzione, prevedono la negazione del permesso di sposarsi (se non per motivi compassionevoli, relativamente raramente concesso in pratica) a tutti coloro che sono nel paese senza permesso, o la cui concessione del permesso di ingresso o di soggiorno nel Regno Unito all'atto in questione non ammontano a piĚ di 6 mesi, o che non hanno avuto almeno 3 mesi restanti a il tempo di fare la domanda per il permesso. La morsa del regime Ź che nessuna di queste condizioni, anche se naturalmente rilevanti per lo status di immigrazione, ha una qualche rilevanza alla genuinitą di una proposta di matrimonio, che Ź l'unico criterio pertinente per decidere se l'autorizzazione dovrebbe essere data ad un candidato che Ź qualificato ai sensi del diritto nazionale, di entrare in un matrimonio valido. Puė essere che le persone appartenenti alle categorie specificata nelle Istruzioni sono piĚ propensi a entrare in un matrimonio di convenienza rispetto ad altri, e che puė essere un considerazione molto materiale quando la genuinitą di un matrimonio proposto Ź indagato. Ma la sezione 19 regime non prevede o prevedere qualsiasi indagine a tutti, perché (come Ź stato spiegato in evidenza) tale indagine Ź troppo costoso e oneri amministrativi. Pertanto, fatta salva la discrezionalitą eccezione compassionevole, il regime impone un divieto generale per l'esercizio del diritto di sposarsi da parte di tutti nel specifiche categorie, indipendentemente dal fatto che i loro matrimoni proposti sono matrimoni di convenienza o se non lo sono. Si tratta di un'ingerenza sproporzionata nell'esercizio del diritto di sposarsi ".

 

23. Baronessa Hale di Richmond ha ritenuto che:

"E 'pacifico che il governo sarebbe libero di negare qualsiasi vantaggio di immigrazione a una festa per un matrimonio che era stato stipulato al solo scopo di ottenere tale vantaggio. (Infatti, gli intervistati sostengono che che Ź gią il caso, come l'argomentazione dei vantaggi si applicano solo ai rapporti reali.) Ma il regime in questione qui fa qualcosa di molto diverso. La normativa consente al governo di vietare in anticipo di un gran numero matrimonio indipendentemente dal fatto che siano o meno genuine, indipendentemente dal fatto che o non vi sia l'immigrazione vantaggio di ottenere in tal modo, e senza alcun diritto di ricorso diverse controllo giurisdizionale. Questo colpisce al molto cuore del diritto al matrimonio, che Ź garantito a tutti in etą da articolo 12 del Parlamento europeo Convenzione sui diritti dell'uomo ".

 

24. Ha trovato che c'erano molte obiezioni al regime, oltre il suo essere discriminatori. In particolare, ha osservato che:

"Copre chiunque sia soggetto al controllo immigrazione, cioŹ, chi non Ź un cittadino dello SEE e richiede permesso di ingresso o di soggiorno nel Regno Unito (s. 19 (4)). Questo riguarda tutti i cittadini stranieri purché non siano gią acquisito il 'diritto di residenza'. Tutte queste persone sono tenuti a dare comunicazione al cancelliere, al di registrazione di cui distretti, a prescindere dal luogo in cui vivono o che intendono sposarsi, ed entrambe le parti contraenti il matrimonio previsti devono assistere di persona a consegnare i loro avviso (s. 19 (2)). Questo Ź tutto ciė a prescindere da quanto tempo hanno vissuto qui, come chiudere la loro relazione e quanto piccolo o inesistente l'immigrazione vantaggio ci potrebbe essere.

Quando arrivano al cancelliere, ci sono solo due categorie di persone che hanno bisogno di andare oltre. Il primo Ź un persona che Ź stata data l'autorizzazione all'ingresso espressamente allo scopo di consentire di sposarsi nel Regno Unito Unito (s 19 (3) (a)). Il secondo Ź una persona che rientra in una classe specificata nei regolamenti (s 19 (3) (c)). 6 del regolamento per l'Immigrazione (Procedura per il Matrimonio) Regulations 2005 (SI 2005/15) specifica di una persona 'che Ź stabilita nel Regno Unito ', ai sensi del paragrafo 6, del regolamento sull'immigrazione. Questo fondamentalmente significa che qualcuno che Ź normalmente residente qui, non in violazione delle leggi sull'immigrazione, e senza alcuna restrizione il periodo per il quale egli puė rimanere. Un numero molto elevato di persone che sono state qui legalmente e per un lungo il tempo non sarą ancora 'risolta' qui, in questo senso.

Tutti soggetti di controllo dell'immigrazione che non rientra in tali due eccezioni non possono sposarsi senza il permesso scritto del Segretario di Stato di sposarsi nel Regno Unito (s. 19 (3) (b)). Le domande devono essere fatta per iscritto accompagnati dalla tassa prescritta nel 2005 regolamenti, che ora Ź £ 295. Se entrambe le parti richiede il permesso, quindi, devono pagare £ 590 per fare domanda per esso. Non vi Ź alcun potere nei regolamenti di revoca o ridurre la tassa, non importa quanto meritorio il caso. Questo Ź in cima delle tasse molto piĚ modesta per l'effettiva matrimonio, di £ 30 per ogni avviso di sposarsi, £ 40 per la cerimonia, e £ 3,50 per il certificato di matrimonio, per un totale di £ 103,50. Deve essere un disincentivo positivo per le coppie il cui desiderio di sposarsi Ź profondo e sincero e ha niente a che fare con il loro status di immigrazione o quando intendono vivere una volta sposati.

Nessuno di questi candidati saranno in grado di trovare fuori dalla legge o il regolamento quanto buon sono le loro possibilitą di ottenere il permesso. Sulla faccia di esso, il Governo puė adottare qualsiasi politica che scelga senza nemmeno che fissa dinanzi al Parlamento per l'esame. L'attuale politica Ź contenuto nella pubblicazione "L'immigrazione direzioni ' Istruzioni ", capitolo 1, sezione 15. Questo non dipende da una valutazione ragionevole, ciascuna delle immigrazione vantaggio che il matrimonio potrebbe portare, o la genuinitą del rapporto. Dipende una regola empirica: l'autorizzazione verrą concessa se ogni persona che ne ha bisogno Ź stato concesso il permesso di entrare o rimanere nel il Regno Unito per piĚ di sei mesi (calcolato da quando la sua permanenza presente nel Regno Unito ha iniziato) e ha almeno tre mesi di questo residuo quando fa la domanda. Anche all'interno di questa categoria, il permesso sarą rifiutato se ci sono buone ragioni per credere che una delle parti non ha capacitą di contrarre matrimonio nel diritto inglese. Fuori questa categoria, il permesso sarą rifiutato a meno che "non ci sono eccezionale e compassionevole" che rende ragionevole aspettarsi che loro di viaggiare, sia per sposarsi all'estero o di chiedere l'autorizzazione all'ingresso dall'estero. Gli esempi sono la gravidanza o di qualche altra condizione rende la persona inabile a viaggiare all'estero. Essi non includono funzionalitą che suggerisce che il matrimonio sia autentico, perché non Ź questo il punto.

Questa politica esclude automaticamente tutti i richiedenti asilo, perché non hanno il permesso di entrare. La politica degli Stati che non dovrebbero di norma essere consentito di sposarsi solo dopo le loro richieste sono state determinate. Ma se una prima decisione sulla domanda o di un ricorso Ź stato sospeso per 18 mesi (e si capisce che il tempo inizia da zero una volta che sia stato presentato ricorso), o se non si puė pretendere di viaggiare all'estero per impellenti motivi caritatevoli, l'autorizzazione puė essere concessa. Si tratta, naturalmente, estremamente improbabile che una vera e propria richiedente sarą in grado di viaggiare indietro nel paese da cui Ź fuggito per sfuggire a una ben fondata timore di persecuzione, né sarebbe coerente con gli obblighi di questo paese nell'ambito della Convenzione sui rifugiati a costringerlo a farlo.

Si tratta di un'indicazione di quanto sopra compreso il regime legale Ź che la grande maggioranza delle domande di permessi sono concessi. Dal 1 ° febbraio 2005, quando la sezione 19 Ź entrato in vigore, fino al 10 aprile 2006, quando Silber J tramandato la sua prima sentenza, 14.787 le domande per il permesso di sposarsi o entrare in una societą civile sono stati trattati. 12.754 sono stati concessi, ma solo 41 di questi per motivi eccezionali o compassionevole, il resto perché soddisfatto i criteri di andarsene. 1.805 sono state respinte. 228 sono stati ritirati o sospesi. Ci viene detto che questo era abbastanza deliberata. Il governo ha deciso di sottoporre semplicemente un gran numero di matrimoni ha proposto l'effetto dissuasivo di controllo e di vietare tutte quelle della classe che hanno pensato probabilmente per contenere i sindacati sospetto.

Fare un serio tentativo di distinguere tra la "farsa" e il vero Ź stato considerato troppo difficile e troppo costoso ".

 

E. Modifiche alla prima versione del sistema

 

25. Dopo le sentenze della giustizia Sig. Silber il 10 aprile 2006, la prima versione del regime Ź stato modificato. Secondo la nuova procedura ("la seconda versione"), i candidati che avevano lasciare sufficienti per entrare o rimanere al momento della richiesta di un certificato di approvazione potrebbe essere chiesto di presentare ulteriori informazioni a sostegno delle loro applicazioni per consentire al Ministero degli Interni per assicurarsi che la proposta di matrimonio o unione civile Ź stata genuina.

 

26. Ulteriori modifiche seguito la Corte d'Appello sentenza il 23 maggio 2007 ("il terzo versione "). Sotto la terza versione del regime, le domande da persone che non hanno avuto lasciare valido per entrare o rimanere, che aveva fino a questo punto Ź stato rifiutato un certificato di approvazione a meno che ci sono stati eccezionali ragioni di ordine umanitario, dovevano essere trattati in linea con la guidance per coloro che avevano permesso limitato ma sufficiente per beneficiare di un certificato.

 

27. Con effetto dal 9 aprile 2009 il governo ha sospeso l'obbligo di pagare alcuna tassa.

Il 10 luglio 2010, un regime per il rimborso spese ai candidati che hanno incontrato un test finanziario stenti ai momento della domanda soddisfatta con l'approvazione ministeriale.

 

28. Il 27 luglio 2010, una proposta di progetto in materia di asilo e di immigrazione (Trattamento dei Richiedenti ecc) Act 2004 (Remedial) Order 2010 Ź stato presentato al Parlamento. Se il progetto di decreto Ź approvata da due rami del Parlamento, si dovrebbe entrare in vigore all'inizio del 2011. Una volta in vigore, sarą effettivamente abolire il certificato di approvazione del regime.

 

2. Le circostanze dei ricorrenti

29. I ricorrenti sono nati nel 1974, 1979, 2006 e 2000 rispettivamente, e vivono in Londonderry.

 

30. La prima ricorrente ha sia la cittadinanza irlandese e britannica. E 'sposata con il secondo ricorrente, che Ź un cittadino di origine nigeriana del Biafra etnica. La terza ricorrente Ź il figlio del ricorrente prima e la seconda e la quarta ricorrente Ź figlio della prima ricorrente da un precedente rapporto. Entrambi i ricorrenti, terzo e quarto hanno la nazionalitą britannica e irlandese.

 

31. I ricorrenti sono cattolici praticanti romani.

 

32. Il primo e il secondo la cura per il terzo e quarto ricorrente e anche per il primo genitori disabili ricorrente. La prima ricorrente riceve valide assegno di cura, reddito Sostegno, gli assegni familiari e sussidi per l'alloggio. La seconda ricorrente non ha diritto al lavoro.

 

3. I fatti all'origine del ricorso

 

33. La seconda ricorrente Ź arrivato in Irlanda del Nord nel 2004 e presentato domanda di asilo nel 2006. In Novembre 2009 Ź stato concesso discrezionale permesso di soggiorno, ossia fino al novembre 2011.

 

34. La seconda ricorrente ha incontrato la prima ricorrente nel novembre 2004 e hanno cominciato a vivere insieme nel dicembre 2005. Nel maggio 2006 la seconda ricorrente ha proposto al primo richiedente e lei ha accettato.

 

35. Il 9 luglio 2007 il primo e il secondo richiesto un certificato di approvazione e chiesto di essere esentate dalla tassa 295 GBP. Hanno spiegato in dettaglio che la prima ricorrente sopravvissuto su assegno di cura valide e sostegno al reddito e che la seconda ricorrente Ź stato indigente come risultato di non essere autorizzato a lavorare. Questa spiegazione Ź stata allegata alla domanda e una lettera di sostegno dal loro membro del Parlamento Ź stato inviato.

 

36. Il 18 luglio 2007 la loro applicazione Ź stato restituito a loro con una lettera contenente il seguente:

"Se un richiedente non paga la tariffa specificata, la sua applicazione non Ź valida. La tassa non Ź stata specificata pagata in relazione con l'applicazione tentativo che hai fatto per posta il 9 luglio 2007. Noi non consideriamo che una deroga all'obbligo di pagare la tassa si applica in questo caso, quindi la vostra applicazione non Ź valida e noi stanno tornando i documenti. "

 

37. Nel luglio 2008 un gruppo di amici dei ricorrenti 'contribuito a pagamento per rendere una domanda di un certificato di approvazione. I ricorrenti hanno poi presentato una domanda di i fondi donati. Al ricevimento del modulo di domanda, un operaio caso ha chiesto al primo e al secondo ai richiedenti di presentare ulteriori informazioni circa il loro rapporto. Hanno presentato due giurato dichiarazioni giurate. L'operaio caso Ź stato soddisfatto delle informazioni fornite e le ricorrenti sono state rilasciato un certificato di approvazione in data 8 luglio 2008. Si sono sposati il 18 ottobre 2008.

 

 

II. RILEVANTI LEGISLAZIONE NAZIONALE E PRATICA

1. Il certificato di approvazione schema Legge del 2004 ") ha imposto alcune prescrizioni prima di una persona soggetta a controllo dell'immigrazione Ź stata in grado di sposare, se non in conformitą con i riti della Chiesa d'Inghilterra, ai sensi della parte II del Marriage Act 1949.

 

39. Sezione 19 (3) della legge del 2004 prevedeva, se del caso, che:

"(3) Il cancelliere soprintendente non entra nel bando di avviso libro matrimonio di un matrimonio a cui questo sezione si applica a meno soddisfatto, per la fornitura di prove previste, che la parte oggetto di immigrazione controllo-

 

(A) ha un permesso di ingresso concessi espressamente allo scopo di consentire di sposarsi nel Regno Unito,

 

(B) ha il permesso scritto del Segretario di Stato di sposarsi nel Regno Unito ...."

 

40. Sezione 19 (4) (a) della legge del 2004 a condizione che la persona "soggetto di controllare l'immigrazione" era una persona che non era uno Spazio economico europeo (SEE), nazionale e che hanno richiesto il permesso di entrare o rimanere nel Regno Unito.

 

41. Sezione 23 della legge del 2004 fornito le seguenti in relazione a Irlanda del Nord:

"(1) Questa sezione si applica a un matrimonio-

(A) che Ź destinato ad essere celebrato in Irlanda del Nord, e

(B) una parte a cui Ź soggetto a controllo dell'immigrazione.

(2) In relazione ad un matrimonio al quale si applica, gli avvisi di matrimonio

(A) Ź dato solo a un registrar prescritto, e

(B), nei casi prescritti, essere data da entrambe le parti insieme di persona presso un ufficio di registro prescritto.

(3) Il cancelliere stabilito non deve agire ai sensi dell'articolo 4 o 7 del matrimonio (Northern Ireland) Order 2003 (SI 2003/413 (NI3)) (avviso libro matrimonio, la lista dei matrimoni sono destinati e pianificare il matrimonio), se non Ź soddisfatto, con la presentazione di prove previste, che la parte soggetta al controllo immigrazione

(A) ha un permesso di ingresso concessi espressamente allo scopo di consentire di sposarsi nel Regno Unito,

(B) ha il permesso scritto del Segretario di Stato di sposarsi nel Regno Unito, o ... "

 

42. Il permesso dal Segretario di Stato Ź stata accolta con il rilascio di un Certificato di secondo la procedura di approvazione di cui l'Immigration (Procedura per il Matrimonio) Regolamento 2005 (SI 2005 / 15) ("i regolamenti 2005").

 

43. 7 del Regolamento del 2005 Regolamento a condizione che:

"(1) Una persona che chiede il permesso del segretario di Stato di sposarsi nel Regno Unito ai sensi della sezione 19 (3) (b), 21 (3) (b) o 23 (3) (b) della legge del 2004 si-

(A) presentare una richiesta per iscritto;

(B) pagamento di una tassa sulla presentazione della domanda ai sensi del regolamento 8.

(2) Le informazioni di cui all'allegato 2 deve essere contenuta o forniti con l'applicazione. "

 

44. Tabella 2 ha indicato che entrambe le parti di un matrimonio destinato deve indicare il loro nome, la data di nascita, cognome alla nascita (se diverso), nazionalitą, dettagli di contatto, del passaporto o documento di viaggio numeri, numeri di riferimento Home Office (se del caso), i dettagli della loro immigrazione attuale stato (se applicabile), la data in cui Ź stato concesso il congedo in corso e la data in cui tale lasciare doveva scadere (se applicabile), ei dettagli di eventuali precedenti matrimoni e divorzi.

 

45. La tassa su domanda del Segretario di Stato per l'Interno era inizialmente fissato a GBP 135. E 'stato aumentato a 295 GBP, il 2 aprile 2007. Non esiste il diritto legale di ricorso per un candidato che ha sostenuto che essi non potevano permettersi di pagare la tassa. Se la tassa non Ź stato pagato, il domanda di certificato non era valido e non c'era alcun margine di discrezionalitą per la tassa di essere oggetto di rinuncia. Il rigetto di una domanda di certificato non costituisce una decisione di immigrazione e non c'era nessun diritto legale di ricorso contro di essa.

 

46. Nel febbraio 2005 la Direzione Immigrazione emanato istruzioni del potere di sposarsi. The Immigrazione Direzione di istruzioni ("IDIS") ha dichiarato che nel 2004 sotto la legge le persone soggette a controllare l'immigrazione che ha voluto sposare nel Regno Unito ha dovuto incontrare prima di altri condizione di qualificazione prima che potessero dare notizia del matrimonio: erano tenuti ad avere una permesso di ingresso o essere stabilita nel Regno Unito o di avere un Home Office certificato di approvazione.

Capitolo 1, sezione 15, comma 3, del IDIS ("Criteri per la concessione di un certificato di approvazione") a condizione che:

"Al fine di beneficiare di un certificato di approvazione, una persona deve avere lasciare valido per entrare o rimanere nel Regno Unito come segue. Deve essere stato ammesso ad entrare o rimanere nel Regno Unito per un totale di piĚ di 6 mesi su questo occasione, e che hanno almeno 3 mesi di congedo residuo al momento della presentazione della domanda ".

 

47. L'IDIS ha dichiarato che un certificato di approvazione sarebbe rifiutata se ci fosse una buona ragione per credere che ci fosse un ostacolo legale al matrimonio, in quanto per motivi di etą, parentela o di uno esistenti matrimonio. Un certificato di approvazione sarebbe normalmente rifiutato di una persona non qualificata per essere concesso, ma un certificato puė essere concessa per motivi umanitari.

 

2. Il primo emendamento

 

48. Il Certificato di Approvazione schema Ź stato modificato in seguito alla sentenza della giustizia Sig. Silber. guida UKBA ha dichiarato che nell'ambito delle nuove procedure UKBA potrebbe scrivere alle persone che dovuto lasciare insufficiente per entrare o rimanere al momento della richiesta di un certificato di approvazione, chiedendo che presentare ulteriori informazioni a sostegno della loro domanda per consentire UKBA essere soddisfatto che la proposta di matrimonio o unione civile Ź stata genuina. Tutte le lettere quali avrebbe chiesto informazioni su:

- Quando, dove e in che modo il richiedente e il loro fidanzato (e) / proposto partner civile soddisfatti;

- Quando la coppia decide di sposarsi o entrare in una societą civile;

- Dove la coppia destinata a vivere se il permesso di sposarsi o di entrare in una unione civile nel Regno Unito Regno;

- Le modalitą di qualsiasi cerimonia religiosa, compresa la natura della cerimonia, la persona che conduce e coordinate per i contatti, le modalitą di ricezione o di qualsiasi celebrazione, compresi i dettagli del posizione, la prova della prenotazione ed i contatti;

- Rapporto tra il richiedente e il suo fidanzato (e) / proposto partner civile se la coppia non viveva insieme (per esempio le lettere e le fotografie come prova di tale rapporto);

- La vita del ricorrente con il suo fidanzato (e) / proposto partner civile se la coppia viveva insieme, compreso l'indirizzo (i), quanto tempo avevano vissuto insieme e prove documentali in forma di

corrispondenza indirizzata ad entrambe le parti allo stesso indirizzo dalle utility, enti governativi, locali

autoritą, istituzioni finanziarie, ecc;

- Per i figli del ricorrente e il suo fidanzato (e) / partner proposto civile, attuale o precedente rapporti, anche dove vivevano, il periodo di tempo nessuno di loro aveva vissuto con il richiedente e il suo fidanzato (e) / partner proposto civile, i nomi dei loro genitori naturali e dettagli di chi supportati loro;

- I numeri di telefono per il richiedente e il suo fidanzato (e) / partner proposto civile nel caso in cui uno ordinatore desidera contattare uno di voi;

- Ed eventuali informazioni aggiuntive che la ricorrente vorrebbe presentare, e / o qualsiasi ulteriore elementi di prova o documentazione che potrebbe aiutare la domanda.

 

3. Il secondo emendamento

 

49. In seguito la Corte d'Appello sentenza, il governo ha ulteriormente modificato il regime. guida UKBA indicato che le domande da individui che non hanno avuto lasciare valido per entrare o restare (clandestini, persone che avevano negato il diritto d'entrare, ma concesso temporaneamente ammissione o ammissione temporanea in attesa dell'esito della domanda di permesso per entrare, e quelli che erano restati dopo la scadenza permesso di soggiorno), che era stata precedentemente rifiutata a meno che non ci sono stati eccezionali ragioni di ordine umanitario per la concessione di un certificato di approvazione, sarebbe stata trattata nel linea con la guidance per coloro che avevano limitati, ma non sufficiente, lasciare a qualificarsi per un certificato.

 

4. Gli sviluppi successivi

50. Nel marzo 2009 il Centro AIRE e del Consiglio congiunto per il benessere degli immigrati ha proposto un ricorso giurisdizionale in materia di fallimento del Ministero degli Interni per conformarsi a tale parte della Camera dei Lords sentenza che riguardava il livello delle tasse in carica. La notte prima della sentenza che il governo ha accettato di sospendere le tasse con effetto dal 9 aprile 2009.

 

51. Il 10 luglio 2010, un regime per il rimborso della quota intera per i candidati che incontrė una finanziaria prova disagio facendo gratifiche ricevuto l'approvazione ministeriale. Al fine di soddisfare il test per reale difficoltą finanziarie, i richiedenti dovranno dimostrare che il pagamento della tassa di ha portato la coppia a sperimentare le reali difficoltą finanziarie al momento della domanda. La prova sarebbe prendere in considerazione se entrambe le parti contraenti il matrimonio proposti sono stati in materia di prestazioni, tra cui l'asilo sostegno, o se avevano un reddito inferiore a una determinata soglia.

 

52. Nel novembre 2009 il governo ha notificato alla Corte della sua intenzione di abolire il

Certificato di regime di autorizzazione. Il 27 luglio 2010, la materia di asilo e di immigrazione (Trattamento di Richiedenti ecc) Act 2004 (Remedial) Order 2010 Ź stato presentato al Parlamento e si prevede che entrerą in vigore all'inizio del 2011.

 

 

LA LEGGE

I. VIOLAZIONE DELL'ARTICOLO 12 DELLA CONVENZIONE

53. I ricorrenti lamentavano che l'esistenza del certificato di approvazione schema e le

applicazione ad essi violato il loro diritto a sposarsi, come previsto all'articolo 12 della Convenzione, che recita come segue:

"Uomini e donne in etą matrimoniale, hanno il diritto di sposarsi e di fondare una famiglia, secondo la nazionale leggi che disciplinano l'esercizio di questo diritto ".

 

54. Il Governo contesta questa tesi.

 

A. Sulla ricevibilitą

 

55. Il Governo sostiene che nella misura in cui i ricorrenti lamentavano il livello del diritto applicato, di aver omesso di scarico vie di ricorso interne. A differenza del regime stesso, la tassa livello Ź stato il prodotto della legislazione secondaria e pertanto sarebbe stata aperta al richiedenti di esercitare un rimedio per il livello delle tariffe applicate nell'ambito del Certificato di Approvazione schema dinanzi ai giudici nazionali.

 

56. I ricorrenti ha respinto questa richiesta. Essi hanno affermato, tra l'altro, che il governo aveva non fornito alla Corte elementi di prova di qualsiasi rimedio che esisteva, né in teoria né in pratica, a nel periodo in questione che potrebbe avere affrontato il livello delle tariffe per i certificati di approvazione.

 

57. La Corte ribadisce che la finalitą dell'articolo 35 Ź quello di permettere agli Stati contraenti la possibilitą di prevenire o rimediare le presunte violazioni contro di loro prima di quelli accuse sono sottoposte (v., in particolare, zibetto c. Francia [GC], no. 29.340 novanticinquesimi, § 41, CEDU 1999-VI). Tuttavia, la Corte ricorda che la Convenzione richiede solo che i candidati di scarico "Rimedi effettivi", che sono in grado di fornire risarcimento per le loro denunce (v. Akdivar e altri c. Turchia, sentenza del 16 settembre 1996, Raccolta delle sentenze e delle decisioni 1998-II, § § 65-66).

 

58. Al momento i ricorrenti introdotto il loro denunce alla Corte, la House of Lords ' parere, nel caso del piombo Baiai era ancora in sospeso. Dato che il livello delle tasse stessa era un aspetto fondamentale della tale ricorso, la Corte ritiene che, anche se un ricorso effettivo fosse esistito a livello nazionale i ricorrenti non puė essere rimproverato di non aver montato una sfida a parte sulla questione tasse da solo.

 

59. Il Tribunale ritiene pertanto che le ricorrenti hanno esaurito i rimedi domestici per il Ai fini dell'articolo 35 della Convenzione. Itfurther rileva che tale censura non Ź irricevibile altri motivi. Si deve pertanto essere dichiarato ricevibile.

B. Nel merito

1. Argomenti delle parti '

 

A. Le ricorrenti

60. I ricorrenti hanno sostenuto che l'esistenza del certificato di approvazione schema e le applicazione ad essi costituivano una interferenza sproporzionata con il loro diritto di sposarsi e fondare una della famiglia.

 

61. I ricorrenti hanno sostenuto che essi si formė l'intenzione di sposarsi alla fine del 2005, quando il prima versione del sistema era ancora in funzione. Secondo tale regime, gli individui dovevano essere Certificati automaticamente rifiutato di approvazione se non avevano un numero sufficiente di mesi ' esistenti permesso di ingresso o di soggiorno. Mentre la seconda ricorrente non ha avuto permesso di soggiorno, ogni domanda sarebbe stata respinta in questa fase.

 

62. La seconda versione del sistema era stato introdotto il 10 aprile 2006. Nell'ambito di questo regime persone a lasciare insufficiente non sarebbe automaticamente rifiutato un certificato, ma si potrebbe chiedere a fornire ulteriori informazioni circa il loro rapporto. Tuttavia, poiché la seconda ricorrente non aveva ancora permesso di soggiorno nel Regno Unito, egli non sarebbe stato idoneo a qualificarsi per un certificato.

Ha solo sono diventati ammissibili a beneficiare di un certificato dopo la terza versione del programma Ź stata introdotto il 19 giugno 2007. Tuttavia, la seconda ricorrente era ancora in grado di ottenere un certificato di approvazione che non poteva pagare la tassa. Anche se ha presentato una domanda, anche dettagliata ragioni per le quali egli era in grado di pagare, la sua domanda Ź stata respinta a titolo definitivo per il mancato pagamento. E 'stato solo in grado di ottenere un certificato dopo che i suoi amici e la famiglia ha organizzato una "colletta".

 

63. Le ricorrenti hanno riconosciuto che gli Stati dovrebbero essere autorizzati ad adottare le misure necessarie per prevenire matrimoni fittizi. Tuttavia, essi hanno affermato che il regime contestata applicato a tutti coloro soggetti al controllo immigrazione indipendentemente dal fatto che il matrimonio avrebbe avuto alcun effetto - effettivi o potenziali - sul loro status di immigrazione, si era in malafede a suggerire che esso ha avuto l' obiettivo legittimo di impedire matrimoni fittizi.

 

64. I ricorrenti hanno sostenuto che il loro rapporto non Ź stato una farsa e non c'era niente di quest'ultima, che danno luogo a qualsiasi sospetto che potrebbe essere una finzione. Al contrario, il primo e ricorrenti secondo era stato conviventi dal 2005, avrebbe avuto un figlio insieme e congiuntamente parented figlio della seconda ricorrente da una precedente relazione.

 

65. I ricorrenti hanno aggiunto che, anche se Ź stato riconosciuto che il regime ha perseguito una scopo legittimo, era sproporzionata in quanto non ha tenuto conto del personale diversi circostanze che potrebbero influenzare diversi individui. In particolare, essi hanno sostenuto che il livello di il canone era troppo elevato e che la normativa non prevedeva per le persone che non potevano pagare la tassa di esenzione. Per i ricorrenti, e per molti altri, l'importo della tassa da solo annullato il diritto di sposarsi. I ricorrenti hanno sostenuto che in aggiunta al canone per il Certificato di Approvazione, le coppie che desiderano sposarsi dovevano pagare un ulteriore GBP 103 per le formalitą del matrimonio.

Inoltre, se si voleva applicare a UKBA per un cambiamento di status di immigrazione, che poi sarebbe devono pagare una somma ulteriore di 465 tra GBP e GBP 1020 (a seconda dello stato richiesto e

il servizio fornito). Il livello complessivo di tali tasse Ź stato sproporzionato e al di lą del possibilitą della maggior parte della popolazione immigrata. Le tasse elevate applicate per l'ottenimento di certificati di Approvazione erano quindi un'interferenza inerenti con il diritto di sposarsi per la stragrande maggioranza di le persone colpite dal regime, e non solo "i piĚ poveri tra i poveri".

 

66. I ricorrenti hanno invitato la Corte a tenere presente che se, come sostiene il governo ha sostenuto, il regime Ź stato in realtą destinati a ridurre l'incidenza dei matrimoni fittizi contratti per scopi di immigrazione, questa intenzione doveva essere basata sul presupposto che tutti coloro che erano soggetti al regime disposizioni potrebbero ottenere un vantaggio di immigrazione attraverso il matrimonio. Il livello delle tasse a carico coloro che stavano per ottenere alcun vantaggio dell'immigrazione, sposando il loro partner scelto Ź stato di per sé eccessivo e sgradevole a prescindere dalla difficoltą finanziarie cui potrebbero soffrire.

 

67. Le ricorrenti fermamente contestato l'affermazione del Governo che la Camera dei Lords solo rilevato che la discriminazione religiosa e il livello delle tariffe applicate per essere in violazione di Convenzione e che lo statuto e regolamenti sono stati "altrimenti ineccepibile". Al contrario,

Lord Bingham chiaramente affermato che il regime possa essere giustificata solo nella misura in cui ha operato per prevenire matrimoni fittizi. Allo stesso modo baronessa Hale individuato una serie di obiezioni al regime.

In primo luogo, di cui tutti i cittadini stranieri a meno che non avevano acquisito un diritto di dimora, a prescindere da quanto tempo hanno vissuto nel Regno Unito, come chiudere la loro relazione era e quanto piccolo o inesistente il vantaggio di immigrazione potrebbe essere. In secondo luogo, la decisione se concedere o meno una Certificato di approvazione non dipendono da alcuna ragionevole valutazione, sia della immigrazione vantaggio che il matrimonio potrebbe portare, o la genuinitą del rapporto. Invece, dipendeva da una regola empirica: il permesso sarebbe stato concesso se ogni persona che ha bisogno che era stato autorizzato ad entrare o rimanere nel Regno Unito per piĚ di sei mesi e ha avuto almeno tre mesi di questo residuo quando ha fatto la domanda. In terzo luogo, il criterio automatico esclusi tutti i richiedenti asilo, perché non avevano il permesso di entrare. In quarto luogo, si trattava di una indicazione di come sopra compreso il regime legale era che la grande maggioranza delle domande di il permesso Ź stato concesso.

 

B. Il Governo

68. Il governo non ha accettato che il primo e il secondo si era formata la volontą prima di sposare la seconda ricorrente proposta nel maggio 2006. La lettera di accompagnamento del 9 luglio 2007, in base al quale la domanda di certificato di approvazione Ź stata presentata, ha dichiarato che la coppia ha deciso di sposarsi nel maggio 2006. Nonostante le ricorrenti avevano indicato in affidavit di sostegno la loro domanda di certificato che avevano in precedenza discusso matrimonio, entrambi hanno chiaramente ha dichiarato che solo ha deciso di impegnarsi nel maggio 2006 e prevede di sposarsi nel mese di settembre 2007. Non c'era alcun indizio che aveva destinate a sposarsi prima, ma non erano in grado di farlo in conto del regime. Il governo sosteneva pertanto che i ricorrenti erano soggetti al solo dalla terza versione del regime. Nell'ambito di questa versione, a parte il pagamento della tassa, l' l'obbligo di ottenere un certificato di approvazione non ha impedito alle ricorrenti di sposarsi.

 

69. Il governo non ha accettato che il certificato di approvazione schema di per sé costituisce una violazione dei diritti dei ricorrenti '. Invece, essi hanno sostenuto che la House of Lords aveva identificato tre problemi con la prima versione del sistema: in primo luogo, il modo in cui il regime Ź stato operato costituito un'ingerenza sproporzionata nel diritto di sposarsi, ai sensi dell'art 12 della Convenzione, in secondo luogo, l'esistenza di una quota fissa ad un livello che un richiedente bisognoso potrebbe non essere in grado di permettersi potrebbe compromettere l'essenza del diritto al matrimonio, in terzo luogo, l'esenzione per i matrimoni condotto nella Chiesa d'Inghilterra in regime discriminatorio in violazione dell'articolo 14, leggere insieme con l'articolo 12. In tutti gli altri aspetti, la House of Lords ha ritenuto che la legge del 2004 e il 2005 i regolamenti sono stati ineccepibili e poteva essere effettuata compatibilmente con i diritti della

 

Convenzione.

70. Il governo ha accettato le conclusioni dei giudici nazionali. In particolare, il governo ammesso che in linea di principio la tassa Ź stata capace di violare l'articolo 12 diritti di un povero richiedente.

 

71. Il governo ha presentato, tuttavia, che al momento le ricorrenti hanno chiesto un certificato di approvazione, il primo schema era stato modificato a distinguere tra finzione e genuina matrimoni e non costituivano piĚ un intervento sproporzionato con il diritto di sposarsi. Il livello del contributo era stato oggetto di considerazione attivo da parte del governo. La tassa Ź stata sospeso con effetto dal 9 aprile 2009 e il 10 luglio 2010 il governo ha introdotto un regime in cui ai bisognosi potrebbe recuperare il denaro versato.

 

C. Gli intervenienti terzo

i. L'Uguaglianza e Diritti Umani della Commissione

72. L'Uguaglianza ei Diritti Umani della Commissione ("la Commissione") ha espresso un certo numero di preoccupazione per il funzionamento continuato del certificato di approvazione Scheme nel Regno Unito Regno. In primo luogo, essa ha sostenuto che lungi di agire sul presupposto che tutte le persone che dovevano essere consentito il diritto di sposarsi ai sensi dell'articolo 12, a meno che non rientrava certo legittima e proporzionato disposizione esclusione che non ha negato l'essenza del diritto, il regime, anche seguito di modifiche apportate, dal presupposto che tutti coloro che all'interno della classe sono stati colpiti a essere negato il permesso a meno che e fino a quando il segretario di Stato ha preso positivamente la decisione di concedere loro il diritto di sposarsi.

 

73. In secondo luogo, sebbene il governo nel corso del procedimento giudiziario nazionale aveva sostenuto che il regime era targeting "matrimoni di comodo", ha ammesso che aveva fatto alcun tentativo di distinguere tra reale e matrimoni matrimoni di comodo nel definire il regime.

 

74. In terzo luogo, la Commissione di cui all'articolo 1 del Consiglio CE 97/C382/01 Risoluzione del 4 Dicembre 1997 sulle misure da adottare per la lotta contro i matrimoni di convenienza. A differenza di il regime, che ha adottato un approccio generale, l'attenzione della risoluzione Ź stato quasi interamente interessato con controllo post-coniugale di un matrimonio che coinvolge un cittadino straniero, al fine di determinare se l'autorizzazione deve essere concessa sulla base di quel matrimonio.

 

75. In quarto luogo, il regime Ź rimasto discriminatoria e sproporzionata, poiché sottoposto a uno vasta classe di cittadini stranieri che non erano di fede anglicana a una presunzione che ogni matrimonio che sono entrati in nel Regno Unito sarebbe automaticamente un matrimonio di convenienza a meno che e fino a prova contraria. Non c'era niente nella Convenzione giurisprudenza che ha permesso un simile approccio.

 

76. In quinto luogo, la Commissione ha sostenuto che il regime di sezione 19 era inutile e quindi sproporzionato rispetto all'obiettivo dichiarato di impedire matrimoni di convenienza. In particolare, sostenuto che la UnitedKingdom gią procedure per l'identificazione e matrimoni fittizi impedendo chi Ź entrato in loro di ottenere alcun vantaggio dell'immigrazione. Sezione 24 della Immigration and Asylum Act 1999 che impone un dazio su un registrar di matrimoni di riferire al Segretario di Stato senza indugio ogni caso in cui egli aveva fondati motivi per sospettare che un matrimonio non era autentico. Non c'era alcun motivo per cui questo potere non puė avvisare il Segretario di Stato sia per intraprendere azioni immediate o per esaminare con particolare cura qualsiasi applicazione dopo, da una parti contraenti il matrimonio di permesso di soggiorno. Inoltre, il paragrafo 284 delle Immigration Rules HC 395 (come modificato) conteneva una procedura per effettuare un'indagine completa la genuinitą del matrimoni che coinvolgono i cittadini stranieri che hanno cercato di far valere che il matrimonio al fine di garantire il permesso di rimanere nel Regno Unito. Il governo quindi non ha avuto bisogno di introdurre i 19 sezione regime.

 

77. In sesto luogo, quasi tre anni dopo che il regime Ź stato dichiarato discriminatorio il Tribunale amministrativo, il Segretario di Stato non era riuscito a mettere una normativa prima che il Parlamento rimuovere gli elementi discriminatori.

 

78. In settimo luogo, le tariffe riscosse era sproporzionata ed eccessivamente elevati. Ciė ha avuto un particolare duro impatto sul gruppo interessato, molti dei quali non era stato nel Regno Unito per un lungo tempo e non aveva avuto la possibilitą di costruire le loro risorse finanziarie. Mancava un meccanismo per appello contro il livello della tassa o per la ricerca di una rinuncia.

 

79. Ottavo, il regime non aveva un'adeguata tutela processuale e rimase sopra-inclusive e arbitrari.

 

80. Infine, la Commissione ha sostenuto che le successive modifiche al regime non erano nulla

piĚ di cosmetici e non ha fatto nulla per rimuovere le obiezioni di fondo ad esso.

 

 

ii. Il Consiglio di Immigrant Italia - Centro legali indipendenti

 

81. Il Consiglio Immigrant of Ireland ("ICI") ha inoltre presentato che la sezione 19 del Asilo e Immigrazione (Trattamento dei Richiedenti ecc) Act 2004 sproporzionatamente limitato il diritto di sposarsi.

L'ICI ha sottolineato che la legge sull'immigrazione del Regno Unito gią conteneva disposizioni relative alle matrimoni fittizi. Di conseguenza, le parti di un matrimonio contratto solo scopo di eludere norme sull'immigrazione, non sarebbe in grado di contare su leggi nazionali o sull'articolo 8 della Convenzione per obbligare il governo a concedere o rinnovare il permesso di soggiorno. Pertanto, piuttosto che interferire con il diritto di sposarsi, il problema dei matrimoni fittizi avrebbe potuto essere pienamente affrontati dall’ Articolo 8 proporzionati e trasparenti regole conformi relative alla concessione del permesso di soggiorno come conseguenza di un matrimonio.

 

2. La valutazione della Corte

82. L'articolo 12, il diritto fondamentale di un uomo e una donna di sposarsi e fondare una famiglia.

L'esercizio del diritto di sposarsi dą luogo a conseguenze sociali, personali e giuridiche. Essa Ź soggetta alle leggi nazionali degli Stati contraenti, ma in tal modo le limitazioni introdotte non devono limitare o ridurre il diritto in un modo o in misura tale che l'essenza stessa del diritto Ź compromessa (vedere Rees c. Regno Unito, 17 ottobre 1986, § 50, serie A no. 106; F. c. Svizzera, sentenza del 18 dicembre 1987, serie A no. 128, § 32, B. e L. c. Regno Unito, no. 36536/02, § 34, 13 settembre 2005).

 

83. Le istituzioni della Convenzione hanno accettato le limitazioni del diritto a contrarre matrimonio di cui al le leggi nazionali che possono comprendere regole formali su questioni quali la pubblicitą e la celebrazione del matrimonio. Essi possono anche includere disposizioni sostanziali sulla base di genere considerazioni riconosciuto di interesse pubblico, in particolare per quanto riguarda la capacitą, il consenso, vietato gradi di affinitą o di prevenzione di bigamia. Nel contesto delle leggi sull'immigrazione e per giustificati ragioni, gli Stati possono avere diritto a evitare i matrimoni di comodo, Ź entrato solo per il fine di garantire un vantaggio di immigrazione. Tuttavia, le leggi - che deve anche rispondere gli standard di accessibilitą e chiarezza richiesto dalla Convenzione - non potrą privare un persona o di una categoria di persone di piena capacitą giuridica del diritto di sposarsi con i partner della loro scelta (vedi Hamer c. Regno Unito, no. 7114/75, comm. Rep. 13 dicembre 1979, DR 24, . Pp. 12 e seguenti, § § 55 e seguenti;. Draper c. Regno Unito, no. 8186/78, comm. Rep., 10 luglio 1980, D.R. 24, § 49; Sanders c. Francia, no. 31.401 novantiseisimi, Com. Dicembre, 16 ottobre 1996, D.R. no. 160, p. 163; F. c. Svizzera citata; e B. e L. c. Regno Unito, no. 36536/02, 13 Settembre 2005, § § 36 e segg.)

 

84. Il carattere fondamentale del diritto di sposarsi Ź rafforzata dalla formulazione dell'articolo 12.

In contrasto con l'articolo 8 della Convenzione, che stabilisce il diritto al rispetto della vita privata e familiare vita, e con la quale il diritto "di sposarsi e di fondare una famiglia", ha un'intima affinitą, l'articolo 12 fa non comprende i motivi ammissibili per l'ingerenza da parte dello Stato che possono essere imposte ai sensi comma 2 dell'articolo 8 "in conformitą con la legge" e come "necessaria in una societą democratica societą ", per scopi quali, ad esempio," la protezione della salute o della morale "o" la protezione dei diritti e delle libertą altrui ". Pertanto, in esame di un caso di cui all'articolo 12 della Corte non applicare i test di "necessitą" o "bisogno sociale imperioso" che sono utilizzati nel contesto dell'articolo 8, ma avrebbe dovuto verificare se, tenuto conto del margine dello Stato di apprezzamento, l'interferenza Ź stata contestata arbitrari o sproporzionati (Frasik c. Polonia, no. 22933/02, § 90, CEDU 2010 -... (Estratti)).

 

85. Nel caso di specie Ź evidente che da dicembre 2005 il primo e il secondo sono stati vivere insieme in un rapporto di lunga data e permanente. Anche se indicato nelle loro ricorso alla Corte che si formė l'intenzione di sposarsi nel mese di dicembre 2005, nel affidavit di sostegno alla domanda di un certificato di approvazione sia dei richiedenti chiaramente che hanno deciso di impegnarsi nel maggio 2006 e che speravano di sposarsi a settembre 2007.

Il Tribunale ritiene quindi che il primo e il secondo costituito l'intenzione di sposarsi in Maggio 2006.

 

86. Quando il primo e il secondo costituito l'intenzione di sposarsi nel maggio 2006 la seconda versione del certificato di approvazione schema era in funzione. Mentre la seconda ricorrente non aveva permesso di soggiorno nel Regno Unito, in quel momento, egli non poteva beneficiare di un certificato di approvazione in assenza di circostanze eccezionali. Il 19 giugno 2007 la terza versione del programma esteso la possibilitą di fruire di un certificato di approvazione a coloro che erano in attesa del risultato di una domanda di permesso di soggiorno. Anche se la seconda ricorrente potenzialmente qualificato per un certificato a partire da questa data, non poteva permettersi la tassa di deposito che era stato aumentato a GBP 295 in data 2 aprile 2007. Tuttavia, ha presentato domanda al Secretary di Stato per l'Interno del 9 luglio 2007, ma che domanda Ź stata respinta a titolo definitivo per il mancato pagamento del canone. Il primo e il secondo solo ottenuto un certificato di approvazione dopo i loro amici li ha aiutati a pagare la tassa. La coppia si sposė il 18 ottobre 2008.

 

87. E 'chiaro dalla giurisprudenza della Corte di giustizia e da precedenti decisioni della Commissione che un Stato contraente puė correttamente imporre condizioni ragionevoli sul diritto di un paese terzo nazionale di sposarsi, al fine di verificare se la proposta di matrimonio sia fittizio e, se necessario, per impedirlo. Di conseguenza, uno Stato contraente non sarą necessariamente agire in violazione dell'articolo 12 della convenzione, se i matrimoni soggetti coinvolti cittadini stranieri sorveglianza al fine di stabilire se sono o meno i matrimoni di comodo (vedi Klip e Krüger c. Paesi Bassi, Sanders c. Francia, entrambi gią citata, e Frasik c. Polonia, gią citata, § 89).

Tale controllo puė essere esercitato imponendo ai cittadini stranieri di notificare alle autoritą di un matrimonio previsto e, se necessario, chiedendo loro di fornire informazioni pertinenti alle loro l'immigrazione di stato e alla genuinitą del matrimonio (Klip e Krüger c. Paesi Bassi).

Inoltre, un requisito che una programmazione non-nazionali di sposarsi in uno Stato contraente prima dovrebbe ottenere un certificato di capacitą non necessariamente violare l'articolo 12 della Convenzione (v. Sanders Francia). Di conseguenza, la Corte concorda con la House of Lords che il requisito di cui alla sezione 19 della legge del 2004 che i cittadini non SEE presentare la domanda al Segretario di Stato per l' Home Dipartimento per un certificato di approvazione prima di essere autorizzati a sposarsi nel Regno Unito non Ź di per sé discutibile.

 

88. Tuttavia, la Corte ha una serie di gravi preoccupazioni, la maggior parte dei quali si applicano a tutte e tre le versioni del Certificato di regime di autorizzazione. In primo luogo, il Tribunale rileva che la decisione se concedere o meno un certificato di approvazione non era, e continua a non essere, basata unicamente sulla genuinitą della proposta di matrimonio. A differenza dei sistemi con i quali la Commissione Ź stata interessato in Sanders e Klip e Krüger, nel caso di specie la prima versione del sistema ha fatto non richiedono ai candidati di presentare tutte le informazioni sulla forza o la durata del loro rapporto Poiché il regime non ha previsto o prevede alcuna indagine sulla genuinitą della proposta di matrimoni. Piuttosto, l'IDIS ha suggerito che il Segretario di Stato la decisione sulla necessitą o meno di rilasciare un certificato sarebbe basata unicamente sul fatto che la ricorrente era in possesso di sufficienti lasciare e se vi fossero impedimenti legali al matrimonio. La seconda versione del sistema a condizione che le persone a lasciare insufficiente potrebbe essere richiesto di fornire informazioni relative la genuinitą del loro rapporto, mentre la terza versione del programma esteso questo obbligo ai candidati senza lasciare di soggiorno valido. Tuttavia, in tutte le tre versioni del richiedenti schema con il permesso "sufficiente" per rimanere qualificata per i certificati di approvazione senza qualsiasi esigenza evidente che essi comunicare informazioni circa la genuinitą della proposta di matrimoni.

 

89. In secondo luogo, la Corte Ź particolarmente preoccupato del fatto che le versioni prima e la seconda del regime ha imposto un divieto generale per l'esercizio del diritto di contrarre matrimonio in tutte le persone in un determinato categoria, indipendentemente dal fatto che la proposta di matrimonio Ź stato uno di convenienza o meno. Sotto il prima versione del programma, solo i cittadini stranieri con il permesso di rimanere sufficiente (cioŹ, coloro che avevano ottenuto il permesso di entrare o di rimanere per un periodo pari a piĚ di sei mesi e che avevano avuto almeno tre mesi di congedo residuo presente al momento della presentazione della domanda) potrebbe

beneficiare di un certificato di approvazione. Anche se la seconda versione del regime prorogato

l'ammissibilitą alle persone con un congedo insufficiente, ha continuato ad escludere le persone che non avevano lasciare valido per entrare. Era solo la terza versione del sistema che ha esteso l'ammissibilitą alle persone come gli secondo richiedente che non avevano lasciare valido per entrare. La Corte ricorda che ha gią, anche se in circostanze diverse, ha dichiarato che una limitazione generale, automatica e indiscriminata su un vitale importante convenzione di diritto Ź sceso di fuori di qualsiasi accettabile margine di apprezzamento, tuttavia ampio che margine Ź stato (Hirst c. Regno Unito (n. 2) [GC], no. 74025/01, § 82, CEDU 2005-IX).

Allo stesso modo, nel caso di specie, il Tribunale ritiene che non vi Ź alcuna giustificazione per che impone un divieto generale sul diritto delle persone appartenenti a queste categorie di esercitare loro diritto a sposarsi. Anche se vi fossero prove che suggeriscono che le persone appartenenti a queste categorie avevano piĚ probabilitą di entrare in matrimoni di convenienza per scopi di immigrazione - e il governo non hanno presentato tali elementi alla Corte nel corso del presente procedimento - il Tribunale ritiene che un divieto generale, senza che venga fatto nulla per indagare il genuinitą dei matrimoni proposto, limitato il diritto di sposarsi a tal punto che lo stesso essenza del diritto Ź stata compromessa. L'esistenza della deroga per motivi umanitari non hanno rimuovere il pregiudizio per la l'essenza del diritto, in quanto questa Ź una procedura eccezionale che Ź stato interamente a discrezione del Segretario di Stato. Inoltre, il Segretario di Stato decisione o meno di esercitare tale potere discrezionale sembra essere stata interamente basato sul personale circostanze dei ricorrenti e non sulla genuinitą dei matrimoni proposto.

 

90. In terzo luogo, la Corte concorda con l'opinione espressa da Lord Bingham (di cui al punto 22 sopra) che una quota fissa ad un livello che un richiedente bisognosi non potevano permettersi potrebbero compromettere l'essenza del diritto di sposarsi. Si ricorda che ha gią trovato, nel contesto di un reclamo ai sensi Dell'articolo 6 § 1 della Convenzione, che a seconda delle circostanze del caso, compreso il capacitą ricorrente di pagare, il livello di una tassa puė essere di per sé tale da limitare il godimento di un diritto della Convenzione (v., ad esempio, Kreuz c. Polonia, no. 28.249 novanticinquesimi, § 60, CEDU 2001-VI). In vista del fatto che molte persone che sono soggetti al controllo immigrazione o sarą in grado di lavorare nel Regno Unito, come la seconda ricorrente, o cadrą in fascia di reddito inferiore, la Corte conviene inoltre che, nel caso di specie, la quota di GBP 295 fosse sufficientemente elevata da mettere in pericolo il diritto di sposarsi. Inoltre, la Corte non ritiene che il sistema di rimborso spese per bisognosi ricorrenti, come la seconda, la quale Ź stato introdotto nel luglio 2010, costituisce un efficace mezzo per eliminare eventuali perdite di valore come l'obbligo di pagare una tassa, anche se c'Ź una possibilitą che potrebbe essere successivamente rimborsato, puė agire come un potente disincentivo al matrimonio.

 

91. Le considerazioni che precedono sono sufficienti per consentire alla Corte di concludere che da maggio 2006, quando i ricorrenti formata l'intenzione di sposarsi, finché non furono rilasciato un Certificato di approvazione in data 8 luglio 2008, l'essenza stessa del diritto dei ricorrenti prima e la seconda 'di sposarsi Ź stato alterata. Dal maggio 2006 al 19 giugno 2007, l'essenza del diritto Ź stata compromessa in quanto il seconda ricorrente non era idoneo al rilascio di un certificato di approvazione ai sensi del secondo versione del regime. Dal 19 giugno 2007 al 8 luglio 2008 il essenza del diritto Ź stata compromessa da livello della tariffa applicata.

 

92. Non vi Ź stata pertanto una violazione dell'articolo 12 della Convenzione.

 

 

II. PRESUNTA VIOLAZIONE DELL'ARTICOLO 14 DELLA CONVENZIONE PRESI IN CON ARTICOLO 12

 

93. I ricorrenti lamentano la violazione dell'articolo 14 della Convenzione, in combinato disposto con

Articolo 12.

 

94. L'articolo 14 della Convenzione prevede che:

"Il godimento dei diritti e delle libertą riconosciuti nella [i] Convenzione deve essere assicurato senza discriminazioni su qualsiasi terreno, come di sesso, razza, colore, lingua, religione, opinione politica o di altro genere, origine nazionale o sociale, associazione con una minoranza nazionale, proprietą, nascita o altro status ".

 

A. Sulla ricevibilitą

95. La Corte rileva che tale censura non Ź manifestamente infondato ai sensi del Dell'articolo 35 § 3 della Convenzione. Si rileva inoltre che non Ź inammissibile per qualsiasi altro motivo. E ' deve pertanto essere dichiarato ricevibile.

B. Nel merito

1. Argomenti delle parti '

A. Le ricorrenti

 

96. I ricorrenti hanno sostenuto che la prima versione del sistema era intrinsecamente discriminatorio fin dall'inizio, come ha fatto non - e ha continuato a non - si applicano a coloro che hanno scelto di sposarsi nel Chiesa d'Inghilterra. Anche se nel diritto delle persone di qualsiasi appartenenza religiosa o nessuno avevano diritto delle diritto di sposarsi nella loro Chiesa locale d'Inghilterra, la maggior parte seguaci di altre fedi, o non fede, sarebbe trovo ripugnante di farlo. Inoltre, non vi era alcuna giustificazione plausibile per questa differenza di trattamento. Come l'onorevole Justice Silber aveva annotato nel suo giudizio di aprile 2006, non vi sono prove di sorta per suggerire che qualsiasi altri matrimoni religiosi celebrati nel quadro dei diritti degli altri confessioni cristiane e fedi, sono fittizi.

 

97. Le ricorrenti hanno altresď chiesto alla Corte di prendere atto del fatto che il intrinsecamente discriminatorio aspetto del regime non Ź stato rimosso, anche se piĚ di quattro anni erano passati da quando il dichiarazione di incompatibilitą Ź stata resa. I ricorrenti hanno sostenuto che dopo la sentenza della Mr Justice Silber il Governo dovrebbe per lo meno hanno sospeso l'applicazione del regime a tutti i matrimoni religiosi.

 

98. Oltre alla discriminazione per motivi di religione, i ricorrenti hanno sostenuto che il regime Ź anche discriminatoria sulla base della nazionalitą e della povertą.

 

B. Il Governo

99. Il governo ha ammesso che, attraverso di essere sottoposto a un regime che coloro che desiderano sposarsi in Chiesa d'Inghilterra non sarebbe stato sottoposto, i diritti dei ricorrenti 'sotto Articolo 14, in combinato disposto con l'articolo 12, era stata violata. Il Governo ha pertanto accettato che il certificato di approvazione schema era discriminatorio sul terreno della religione. Per quanto riguarda per la mancata rimozione l'aspetto discriminatorio della disciplina, il Governo sostiene che non hanno agito in seguito alla sentenza della giustizia Sig. Silber perché erano riluttanti a correre in porre rimedio alle incompatibilitą dell'articolo 14 fino alla decisione finale su tutto il regime Ź stato disponibili. In seguito alla House of Lords 'sentenza, essi hanno avviato discussioni al fine di portando la Chiesa d'Inghilterra nel sistema. Nonostante le discussioni, tuttavia, non accordo potrebbe essere raggiunto. Il governo ora in programma di abolire il certificato di approvazione regime nel 2011. Nel frattempo, poiché il regime era contenuta nella normativa approvata dal Parlamento, sarebbe contrario allo stato di diritto e della separazione dei poteri per il ministero degli Interni, di incaricare cancellieri di non conformarvisi.

 

100. Il governo ha negato che il regime in causa ogni discriminazione per motivi di nazionalitą o la povertą. ť vietata qualsiasi discriminazione fondata sulla nazionalitą Ź stato giustificato con riferimento alla il legittimo obiettivo di controllo dell'immigrazione. Inoltre, nella misura in cui il livello del canone Ź stato sostiene essere troppo alto, tale questione deve essere considerata ai sensi dell'articolo 12 e non ai sensi dell'articolo 14.

 

2. La valutazione della Corte

101. La Corte ha stabilito nella sua giurisprudenza che solo differenze di trattamento basate su una caratteristica identificabile, o "status", sono capaci di un importo di discriminazione ai ai sensi dell'articolo 14 (Kjeldsen, Busk Madsen e Pedersen, sopra citata, § 56). Inoltre, nel Affinché una questione di sorgere ai sensi dell'articolo 14, ci deve essere una differenza nel trattamento delle persone in analogo, o significativamente simili, situazioni (DH e altri contro la Repubblica Ceca [GC], no. 57325/00, § 175, CEDU 2007; Burden c. Regno Unito [GC], no. 13378/05, § 60, CEDU 2008 -). Una tale differenza di trattamento Ź discriminatoria, se non ha un obiettivo e ragionevole giustificazione, in altre parole, se non persegue uno scopo legittimo o se non c'Ź un ragionevole rapporto di proporzionalitą tra i mezzi impiegati e lo scopo perseguito. Lo Stato contraente dispone di un margine di discrezionalitą nel valutare se e in quale misura differenze in situazioni altrimenti simili giustificare un trattamento diverso (Burden, gią citata, § 60).

Tuttavia, la portata di tale margine puė variare a seconda delle circostanze, l'oggetto e sullo sfondo.

 

102. La Corte concorda con le parti che la prima versione dello schema era discriminatorio il terreno della religione. La seconda ricorrente era in una posizione relativamente simile a una persona che non permesso di soggiorno che Ź stato disposto e in grado di sposarsi in Chiesa d'Inghilterra. Tuttavia, una persona senza lasciare che era disposto e in grado di sposarsi secondo i riti della Chiesa d'Inghilterra era libero di sposare senza ostacoli. La seconda ricorrente, d'altro canto, era sia riluttante (in

conto delle sue convinzioni religiose) e non in grado (a causa della sua residenza in Irlanda del Nord) a entrare in un tale matrimonio. Di conseguenza, egli era stato inizialmente vietato sposarsi affatto nel Regno Unito e, dopo le modifiche al regime, era solo permesso di sposarsi dopo aver presentato domanda al Secretary of State e pagando una tassa consistente. C'Ź stato quindi una chiara differenza di trattamento tra la seconda ricorrente e la persona che Ź stata disposti e in grado di sposarsi nella Chiesa d'Inghilterra. La Corte d'accordo con Mr Justice Silber conclusione che non ragioni sono state addotte dal Governo nel corso della domestica procedimenti che sono stati in grado di fornire una giustificazione obiettiva e ragionevole per la disparitą di trattamento.

 

103. Il Tribunale ritiene quindi che vi sia stata una violazione dei diritti dei ricorrenti 'sotto l'articolo 14 in combinato disposto con l'articolo 12.

 

104. La Corte rileva che il sig giustizia Silber trovato anche la prima versione del programma da discriminatori sulla base della nazionalitą. La ricorrente sostiene inoltre che il regime Ź discriminatori sulla base della povertą. Il Governo ha impugnato entrambi questi motivi dinanzi alla Corte.

 

105. In considerazione dei risultati in relazione alla discriminazione sulla base della religione, la Corte non ritiene necessario per raggiungere una conclusione sulla questione se il regime Ź discriminatorio qualsiasi altro motivo. Tuttavia, per quanto riguarda i ricorrenti 'che il regime Ź stato discriminatori sulla base della nazionalitą, la Corte dovrebbe fare due osservazioni.

 

106. In primo luogo, la Corte ricorda che i cittadini SEE e ai cittadini non appartenenti al SEE in possesso di Permesso di soggiorno a tempo indeterminato sono stati espressamente esclusi dal regime di certificato di approvazione. Si tratta di quindi propenso a ritenere che qualsiasi disparitą di trattamento era a terra di immigrazione stato e non, di fatto, sulla base della cittadinanza.

 

107. In secondo luogo, si ricorda che il Governo non ha impugnato trovare Justice Silber, secondo cui lo schema era discriminatorio sulla base della nazionalitą con il loro ricorso alla Corte di Appello. Di conseguenza, la sfida a questa conclusione prima che la Corte avrebbe potenzialmente hanno sollevato un questione di preclusione (vedi A. e altri c. Regno Unito [GC], n. 3455/05, § § 153 -. 159, CEDU 2009 -...).

 

 

III. VIOLAZIONE DELL'ARTICOLO 9 DELLA CONVENZIONE E SOLO LEGGERE INSIEME CON ARTICOLO 14

 

108. I ricorrenti lamentavano che i loro diritti ai sensi dell'articolo 9 della Convenzione era stato violato il certificato d'approvazione schema ha impedito loro di sposarsi a meno che non si sono sposati nella Chiesa anglicana. Invocando l'articolo 14 della Convenzione, in combinato disposto con l'articolo 9, che inoltre lamentato di essere stati discriminati nel garantire il godimento di questo diritto.

 

109. Il governo ha ammesso che, mediante l'essere soggetti ad un regime al quale coloro che desiderano sposarsi in Chiesa d'Inghilterra non sarebbe stato soggetto, la ricorrente prima e la seconda di diritti di cui all'articolo 14, in combinato disposto con l'articolo 9, era stata violata.

 

110. La Corte vede la denuncia ai sensi dell'articolo 9, come uno che solleva in primo luogo una discriminazione problema. Non vi Ź alcuna indicazione che i ricorrenti sono stati in alcun modo ostacolato nell'esercizio del loro diritto di praticare la loro religione. Detto questo, i fatti di la caduta caso nell'ambito di applicazione dell'articolo 9 e dell'articolo 14 della Convenzione Ź quindi applicabili. Si dichiara pertanto la denuncia ai sensi dell'articolo 9 in piedi da sola ad essere manifestamente infondata e che rifiuta, a norma dell'articolo 35 § § 3 e 4 della Convenzione. D'altra parte, si dichiara la denuncia ai sensi dell'articolo 14 in combinato con l'articolo 9 sia ammissibile e, per i motivi concesso dal governo, che trova che ci sia stata una violazione dei diritti della Convenzione delle ricorrenti '.

 

VIOLAZIONE IV DELL 'ART 8 DELLA CONVENZIONE DI LEGGERE DA SOLA E INSIEME CON ARTICOLO 14

111. I ricorrenti lamentavano che l'esistenza del certificato di approvazione schema e le applicazione ad essi in modo sproporzionato interferito con il loro diritto al rispetto della loro privata e la vita familiare. Essi hanno inoltre lamentato di essere stati discriminati nel garantire il godimento di questo diritto. Hanno invocato l'articolo 8 della Convenzione di leggere da soli e insieme con l'articolo 14.

 

112. La Corte non prende in considerazione le denunce dei ricorrenti 'ai sensi dell'articolo 8 manifestamente illfounded ai sensi dell'articolo 35 § § 3 della Convenzione. Si rileva inoltre che non Ź inammissibile per qualsiasi altro motivo e deve pertanto essere dichiarata ricevibile. Tuttavia, dopo aver per quanto riguarda le sue conclusioni ai sensi dell'articolo 12 (cfr. i paragrafi 82-92 sopra), la Corte ritiene che non questione si pone a norma dell'articolo 8 della Convenzione, sia leggere da soli o in combinazione con Articolo 14.

 

 

V. PRESUNTA VIOLAZIONE DELL'ARTICOLO 13 DELLA CONVENZIONE

113. I ricorrenti hanno sostenuto che i fatti del caso anche dato luogo ad una violazione dell'articolo 13 della della Convenzione.

 

114. La Corte osserva che il caso di condurre R (sulle applicazioni di Baiai e altri) contro Segretario di Stato per l'Interno, che ha sollevato questioni analoghe, dimostra chiaramente che efficaci rimedi giurisdizionali interni erano disponibili a contestare l'incompatibilitą del Certificato di Approvazione schema. Di conseguenza, si ritiene, alla luce di tutto il materiale in suo possesso e nella quanto fatti incriminati sono di sua competenza, che la denuncia ai sensi dell'articolo 13 non non rivelare qualsiasi aspetto di una violazione dei diritti e le libertą enunciati nella Convenzione o dei suoi

 

Protocolli.

115. Ne consegue che questa parte del ricorso Ź manifestamente infondato e deve essere respinta in ai sensi dell'articolo 35 § § 3 e 4 della Convenzione.

 

 

VI. APPLICAZIONE DELL 'ARTICOLO 41 DELLA CONVENZIONE

116. Articolo 41 della Convenzione prevede:

"Se la Corte dichiara che vi Ź stata violazione della Convenzione o dei suoi protocolli e se il mercato interno legge della Parte contraente non permette che in modo imperfetto di fatto, la Corte, se caso, un'equa soddisfazione alla parte lesa ".

 

A. Danni

117. I ricorrenti hanno chiesto 295 sterline a titolo di danno patrimoniale e di GBP 12.000 nel titolo di danno non patrimoniale.

 

118. La richiesta di danni patrimoniali rappresentavano il compenso che erano tenute a versare per di richiedere un certificato di approvazione. I ricorrenti hanno sostenuto che essi applicata al Segretario di Stato per l'Interno per un rimborso sotto il piano di rimborso, ma non aveva ricevuto un

risposta.

 

119. I richiedenti hanno dichiarato di aver subito un danno non patrimoniale in tre distinte teste. In primo luogo, c'Ź stata la prolungata incertezza sul fatto che essi sarebbero mai in grado di legittimare il loro rapporto con l'altro e con il loro bambino. In secondo luogo, ci sono state le intense sensazioni di frustrazione che nasce dal sapere che il regime era stata dichiarata incompatibile con la loro diritti della Convenzione, pur continuando ad averlo applicato. In terzo luogo, le ricorrenti abbiano subito acutamente come conseguenza della disparitą di trattamento che hanno ricevuto. Questa sofferenza Ź stata piĚ acuto, perché i ricorrenti erano cattolici romani e, come tale, era stato a lungo le vittime del discriminazione religiosa in Irlanda del Nord.

 

120. Per quanto riguarda le richieste di risarcimento pecuniario per il governo sostiene che i ricorrenti sarebbe ammissibile per il rimborso del canone in base al regime di rimborso.

 

121. Per quanto riguarda la richiesta di danno morale, il governo ha negato l'esistenza di un chiaro nesso causale tra ogni sentimento di incertezza e di frustrazione e la violazione. Anche se tali sentimenti che riguardano la realizzazione di qualsiasi applicazione di questo tipo, il governo pacifico che l'obbligo di fare una tale domanda, di per sé costituiva una violazione dei candidati ' Convenzione dei diritti.

 

122. Il governo ha poi sostenuto che ogni tentativo di caratterizzare la discriminazione come particolarmente acuta nel caso di cattolici irlandesi del Nord era del tutto errata. Primo, ogni iscriminazione storica contro i cattolici in Irlanda del Nord non era rilevante per il Certificato di Approvazione schema o ogni violazione che ne derivano. In secondo luogo, in quanto non vi era alcuna Chiesa Anglicana in Irlanda del Nord, nessuna chiesa vi era esente dal regime.

 

123. La Corte ricorda che, in casi precedenti in cui ha rilevato una violazione dell'articolo 12 della la Convenzione, si Ź generalmente ritenuto che la constatazione di una violazione Ź pari a solo un adeguato soddisfazione (v., ad esempio, F. c. Svizzera, gią citata, § § 44-45, B. e L. c. Regno Unito, citata supra, § § 45-47). Eccezionalmente, nel caso di Frasik contro Polonia (cit.), il ricorrente Ź stato assegnato 5.000 euro a titolo di danno non patrimoniale.

 

124. Nel caso di specie il Tribunale rileva che ci sono due fattori aggravanti. In primo luogo, la constatazione di una violazione Ź stata accoppiata con la constatazione di una violazione dell'articolo 14 in combinato disposto con entrambi gli articoli 12 e dell'articolo 9. In secondo luogo, il Tribunale rileva che il 10 aprile 2006 fino al primo e secondi richiedenti Ź stato concesso un certificato di approvazione, lo schema Ź stato incriminato in operazione, nonostante la constatazione da parte dei giudici nazionali che si sia violato l'articolo 12 e dell'articolo 14 del della Convenzione. La Corte ha quindi premi ricorrenti EUR 8.500 congiuntamente nel rispetto della nonpecuniary danni.

 

125. La Corte assegna i ricorrenti la somma di GBP 295 in materia di perdita pecuniaria, nella misura

come la somma non Ź stata gią pagata.

 

B. Costi e spese

 

126. I ricorrenti hanno inoltre sostenuto GBP 28,044.50 per i costi e le spese sostenute prima della Corte.

 

127. Il governo ha sostenuto che le ore dichiarate e le spese sostenute sono stati eccessivi.

 

128. Secondo la giurisprudenza della Corte in materia, il richiedente ha diritto al rimborso delle spese e spese solo nella misura in cui Ź stato dimostrato che queste siano state effettivamente e necessariamente sostenuti e che erano ragionevoli quantistica. Nel caso di specie, avuto riguardo alla documenti in suo possesso e dei criteri di cui sopra, la Corte ritiene ragionevole di assegnare il somma di euro 16.000 per il procedimento dinanzi alla Corte.

 

C. Interessi di mora

 

129. Il Tribunale ritiene opportuno che gli interessi di mora deve essere basato sul marginale tasso di rifinanziamento della Banca centrale europea, a cui vanno aggiunti tre punti percentuali.

 

PER QUESTI MOTIVI LA CORTE ALL'UNANIMITA '

1. Dichiara le censure relative agli articoli 8 e 12 e concernente l'articolo 14 della Convenzione in combinato disposto con gli articoli 8, 9 e 12 ammissibile e il resto del ricorso irricevibile;

 

2. Dichiara che vi Ź stata una violazione dell'articolo 12 della Convenzione;

 

3. Dichiara che vi Ź stata una violazione dell'articolo 14 della Convenzione in combinato disposto con l'articolo 12;

 

4. Dichiara che vi Ź stata una violazione dell'articolo 14 della Convenzione in combinato disposto con l'articolo 9;

 

5. Dichiara che non vi Ź alcuna necessitą di esaminare le denunce ai sensi dell'articolo 8 della Convenzione, leggere da solo o in combinato disposto con l'articolo 14;

 

6. Contiene

(A) che lo Stato convenuto deve versare ai ricorrenti congiuntamente, entro tre mesi dalla data di in cui la sentenza diviene definitiva, ai sensi dell'articolo 44 § 2 della Convenzione, il seguenti importi, per essere convertito in sterline inglesi, se del caso, l'aliquota applicabile alla data di regolamento:

(I) EUR 8.500 (8.500 Ř), piĚ qualsiasi tassa che puė essere addebitabile, in

per non danno patrimoniale;

(II) GBP 295 (£ 295 britannico) a titolo di danno patrimoniale;

e

(III) Euro 16.000 (Ř 16.000), piĚ qualsiasi tassa che puė essere a carico del

ricorrenti, in materia di costi e spese;

(B) che dalla scadenza del suddetto termine e fino al interesse semplice

sono dovuti sugli importi sopra ad un tasso pari al tasso di rifinanziamento marginale della

Banca centrale europea nel corso del periodo, aumentato di tre punti percentuali;

7. Rigetta la domanda dei ricorrenti 'di equa soddisfazione.

Realizzato in inglese, e notificata per iscritto il 14 dicembre 2010, ai sensi dell'articolo 77 § § 2 e 3 del

del Regolamento della Corte.

Garlicki Lech Lawrence Early

Il cancelliere Il presidente

O'DONOGHUE e altri / LA SENTENZA DEL REGNO UNITO